Ambiente

Piano Regionale Gestione Rifiuti.“Sui rifiuti c’è bisogno di un salto culturale”

“C’è un acceso dibattito nel Paese sui costi dei servizi e sulla pressione fiscale che ne consegue: in tal senso la gestione del ciclo integrato dei rifiuti deve costituire una risorsa a differenza di quanto avviene adesso.”

E’ questa la prima disamina della Cisl confederale regionale, nella persona del Segretario Generale Maurizio Spina, e della propria Federazione Trasporti, rappresentata dal Segretario regionale Antonio Marchegiano, a valle del confronto avuto in sede regionale sulla redazione del Piano Regionale Gestione Rifiuti.

“Accogliamo favorevolmente la proposta dell’Assessore Mazzocca per una celere costituzione dell’Agir, l’Autorità per la gestione integrata dei rifiuti, nonché per la volontà di affrontare una simile problematica con la necessaria determinazione. Sappiamo quanto il compito sia gravoso ma in questa fase non c’è spazio per un immobilismo istituzionale.”

Per i due Responsabili sindacali “l’Abruzzo deve tendere nel medio periodo a realizzare una condizione di autosufficienza nella gestione dei rifiuti, assumendosi in pieno le responsabilità che derivano dal fare scelte precise ed inequivocabili per il settore, evitando che sia il Governo centrale a scegliere per conto nostro, ”affermano Spina e Marchegiano.

L’obiettivo di un ciclo integrato per area gestionale, la cui giurisdizione territoriale non può che essere di area vasta, unitamente alla possibile scelta che tenda ad avere una impiantistica atta al recupero del materiale ed alla produzione di combustibile solido, cosiddetto CSS, ci convince, se viene affiancato da una normativa di riferimento che preveda un unico soggetto, che possa operare per area nell’ambito dell’intero ciclo integrato, attuando anche aggregazioni societarie che, oltre a cerare realtà pubblico/private, possa generare quelle economie virtuose che sono alla base di un immediato ritorno in termini di risparmio e di riduzione della pressione fiscale.”

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top