Cronaca e Giudiziaria

Pescina, Silveri invitato nel presidio per un ringraziamento del lavoro svolto

“Uno dei primi ospedali di comunità del centro-sud e un hospice-gioiello, realizzati in poco meno di 4 anni. Pescina è stato uno dei ‘laboratori’ che ha incubato il seme della sanità che cambia”. E’ stato questo il filo conduttore dell’intervento del manager della Asl Giancarlo Silveri, invitato dal sindaco di Pescina, Stefano Iulianella, al presidio territoriale del centro siloniano. Il primo cittadino, facendosi interprete del desiderio di tutto il personale della struttura sanitaria, alla presenza di Silveri,  ha tirato le somme del lungo lavoro svolto al ‘Serafino Rinaldi’. Erano presenti, tra gli altri, il direttore sanitario aziendale Teresa Colizza e il direttore del distretto sanitario area Marsica, Rossella De Santis, oltre ai responsabili dei vari servizi.

Durante la cerimonia Silveri ha ripercorso i passaggi salienti di ciò che è stato fatto nel centro marsicano: “Quando mi insediai a Pescina trovai una situazione difficile. Dovemmo andare oltre il ruolo di gestori della sanità e occuparci di altri aspetti; da allora crediamo che siano state fatte cose importanti; è stato realizzato uno dei primi ospedali di comunità e negli anni successivi l’hospice, servizi importanti portati avanti grazie alla dedizione del personale e dei miei collaboratori. Occorre quindi trasferire sempre più risorse sul territorio e puntare su una sinergia tra sindaci, distretti sanitari e medici di base”.

Il sindaco Iulianella ha spiegato i motivi dell’invito indirizzato ai  vertici della Asl: “Ho voluto organizzare questo incontro per ringraziare Silveri del  rapporto costruttivo che ha mantenuto con noi in questi anni, tanto che non vi sono mai stati motivi di scontro. A Pescina sono stati portati a termine progetti importanti e noi, proseguendo in questa direzione, chiediamo che venga assicurata sempre maggiore assistenza alla comunità locale. Un plauso a tutti gli operatori che si prodigano ogni giorno a beneficio dei pazienti”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top