Politica

Pericolosità incendi boschivi in Abruzzo, Mazzocca: “Investiti 370 mila euro”

La giunta regionale ha dichiarato lo stato di grave pericolosità di incendi boschivi dal 1° luglio al 15 settembre 2016 per l’intero territorio abruzzese. L’esecutivo, nell’approvare il “Programma delle attività di previsione e lotta attiva contro gli incendi boschivi”, ha ribadito il divieto, nelle aree a rischio, di: accendere fuochi nei boschi entro il limite di 200 mt dall’estremo margine; usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli; usare motori, fornelli e inceneritori che producano faville o brace; inoltrare autoveicoli dotati di marmitta catalitica oltre il ciglio della strada nei boschi o sui prati. Nelle discariche pubbliche o private è fatto obbligo di procedere alla ricopertura dei rifiuti con materiale inerte.

“Alta è l’allerta della Protezione Civile – ha commentato il sottosegretario con delega alla Protezione Civile Mario Mazzocca – stiamo lavorando alla prevenzione e alle operazioni di pronto intervento per evitare danni, preservare la pubblica incolumità e tutelare il territorio della nostra bella regione. E’ importante il prezioso aiuto di tutti. Per questi motivi, anche quest’anno abbiamo deciso di avvalerci sia del Corpo Forestale dello Stato che del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, predisponendo all’uopo uno specifico programma tecnico-operativo unitamente al concorso delle Organizzazioni di Volontariato, riconosciute secondo la vigente normativa. Per questa attività, la Regione Abruzzo ha investito 370mila euro, così ripartite: 190.000 euro per l’Accordo annuale di programma con il Corpo Forestale dello Stato e 180.000 euro per l’attuazione della Convenzione con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top