Altri articoli

Per i fatti di San Benedetto, il carabiniere non ha più l’obbligo di firma

È stata revocata la misura cautelare dell’obbligo di firma nei confronti del carabiniere coinvolto nei fatti di San Benedetto dietro a cui ci sarebbero motivazioni di odio razziale nei confronti dei magrebini aggrediti. Il militare di Pescina, Alessandro Ferzoco (35), difeso dall’avvocato Callisto Terra, è accusato di aver abusato della sua autorità.

Il suo legale aveva chiesto la revoca del provvedimento cautelare all’udienza del 4 novembre che ora è stata concessa dal giudice.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top