Cronaca e Giudiziaria

Pendenza: “E’ l’Amministrazione comunale che deve rimuovere gli ostacoli all’agibilità del Centro Anffas”

A seguito degli articoli apparsi su alcuni quotidiani cartacei e on line, riferiti al trasloco di alcuni pazienti dalla clinica “Villa Alba” di Canistro al Centro Anffas di Tagliacozzo, il consigliere comunale ed ex sindaco di Tagliacozzo Giampietro Pendenza decide di togliersi qualche sassolino dalla scarpa, fornendo alcuni chiarimenti su fatti e circostanze relativi all’importante struttura.

«In passato, ho sempre cercato di glissare l’argomento per non incorrere a strumentali attacchi: la mamma della maldicenza è sempre incinta!

A proposito del Centro Anffas, ritengo, sulla scorta degli elementi di cui dispongo, che la struttura sia agibile sul piano pratico.

Sulla stessa, però – sottolinea Pendenza – a seguito di un incidente di percorso, incombono due provvedimenti di sospensione in autotutela dell’agibilità sanitaria, precedentemente accordata da parte della ASL che andrebbero rimossi, anche perché simili provvedimenti non possono durare tutta la vita.

In questo senso dovrebbe muoversi l’Amministrazione comunale e la mia interrogazione del 7 novembre 2013 doveva essere letta come stimolo a impegnarsi in tal senso.

La famigerata ordinanza del sindaco, che per natura può essere adottata solo in casi di particolar urgenza e limitata nel tempo, non può superare strutturalmente i provvedimenti dell’Azienda sanitaria locale: genera solamente confusione e non aiuta a risolvere il problema.

Sono favorevole affinché la struttura sia utilizzata per gli scopi per cui è nata, in una situazione d’irregolarità amministrativa, però ci può essere sempre qualcuno che può eccepire l’anomalia: le scorciatoie non pagano.

Infine, sconfesso chi mi attribuisce di essere in contraddizione per il fatto che, con la nota del 7 novembre scorso, avrei parlato di salubrità della struttura, mentre, in precedenza, mi sarei espresso al contrario.

Questo è falso con piena facoltà di prova: non sono masochista e pertanto non posso parlar male di una struttura da me inventata ed essendo stato l’unico autore della sua realizzazione».

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top