Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Giudiziaria

Patteggia il doganiere luchese accusato di aver preso mazzette


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Rischiava di dover scontare una pena dai 6 ai 12 anni di reclusione, ma ha scelto la strada del patteggiamento e gli sono stati quindi inflitti due anni di reclusione, con la condizionale.

Rocco D’Angelo, funzionario dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli di Avezzano, era stato arrestato dai finanzieri al comando del capitano Davide Lorenzo. Preso in flagranza di reato per avere intascato una mazzetta. L’inchiesta è stata coordinata dal procuratore della Repubblica di Avezzano, Maurizio Maria Cerrato.

Ieri mattina il doganiere, difeso dagli avvocati Tommaso Fina e Vincenzo Retico, è stato giudicato dal tribunale di Avezzano in composizione collegiale (presidente Stefano Venturini, Francesco Lupia e Anna Carla Mastelli). Rinviato a giudizio per direttissima ha richiesto il patteggiamento della pena e la richiesta è stata accolta. A D’Angelo sono state riconosciute alcune attenuanti generiche. 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top