Altri articoli

Pascoli montani: Nessuna marcia indietro di Confagricoltura

142500Confagricoltura Abruzzo non ha mai cambiato la propria posizione in merito alla questione dei pascoli montani.

Anzi salvo smentite, ci risulta essere stata l’unica organizzazione in Abruzzo a chiedere per iscritto ad AGEA di modificare la circolare e a chiedere formalmente all’assessore regionale Febbo, di inserire una modifica della legge forestale, che impedisca il pascolamento, da parte di soggetti titolari di greggi diversi dai titolari della concessione a pascolo”, afferma Camillo Colangelo direttore Confagricoltura Abruzzo.

Sicuramente per problematiche di questo tipo, sarebbe più opportuno condividere il percorso a tutela delle nostre aziende abruzzesi, cosa che tra l’altro per tanti altri argomenti si è fatto, piuttosto che cercare pretesti per attaccare la nostra organizzazione. Non è dello scontro che hanno bisogno i nostri agricoltori, ma di proposte concrete che risolvano i loro problemi.

Vogliamo ricordare che Confagricoltura a livello nazionale non è una caserma e possono esserci opinioni diverse” continua Stefano Fabrizi Direttore di Confagricoltura L’Aquila “Vogliamo rassicurare l’Assessore Febbo ma soprattutto gli allevatori abruzzesi, perché quello che conta è che la nostra posizione è ferma e non faremo nessuna marcia indietro. Ci viene spontanea una domanda: ma queste società, in Abruzzo a quali associazioni aderiscono, dove fanno la domanda PAC, chi le assiste alla stipula dei contratti di affitto in deroga?. Sicuramente non Confagricoltura L’Aquila che ha sempre negato l’iscrizione all’associazione di questi soggetti”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top