Avezzano Calcio

Paris: “Niente petardi, se vogliamo la D”

Dopo la multa di 700 euro inflitta al club di via Ferrara, per le cinque esplosioni avvenute domenica scorsa a San Giovanni Valdarno in occasione del primo round della semifinale play off, interviene il massimo dirigente biancoverde: “Se ci sarà una prossima volta”, dice il presidente Gianni Paris, “diventeremmo recidivi, e dunque la sanzione sarà raddoppiata e potrebbe arrivare, oltre alla pesante ammenda, la sanzione-spauracchio per disputare l’eventuale finale al dei Marsi a porte chiuse.

Voglio scongiurare questa ipotesi. Faccio appello ai tifosi della curva nord, che tanto amano l’Avezzano Calcio, a evitare di far entrare nel settore curva, petardi potenti in grado di consentire alla terna arbitrale di riportare nel referto l’ennesimo comportamento antisportivo della tifoseria organizzata biancoverde. Non dimentico”, continua Paris, “che a causa dei petardi esplosi in campionato, il mio club si è classificato quarto, anziché secondo nella coppa Disciplina. La piazza d’onore avrebbe consentito all’Avezzano Calcio di acquisire ulteriori 3 punti in ottica domanda di ripescaggio in serie D. Speriamo di salire come aventi diritto nella quarta serie del calcio italiano, tuttavia voglio scongiurare per i cittadini avezzanesi e per gli ultras biancoverdi, la possibilità che il possibile match di andata, valevole per il salto di categoria, si disputi a porte chiuse, con notevoli danni economici e di immagine per l’Avezzano Calcio. In sostanza”, conclude il presidente, “massimo rispetto per gli ultras, ma dagli stessi voglio che facciano il bene del club. Dai, sosteniamo tutti uniti questa Avezzano”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top