Connect with us

Senza categoria

Parco Sirente velino, alla scoperta del camoscio nella Mandra Murata

Pubblicato

on

Abruzzo. Alla scoperta del camoscio nel Parco Naturale Regionale Sirente Velino.
L’estate è arrivata e con essa la riapertura di un’area “specifica” del Parco regionale Sirente Velino, “Mandra Murata”.
Finalmente dopo molti anni il Parco Sirente Velino è orgoglioso di comunicare la riapertura regolamentata della zona di Mandra Murata per troppo tempo rimasta chiusa ai numerosi turisti e residente della zona.
“E’ con orgoglio che comunico che il 16 luglio ci sarà la riapertura di questa zona” afferma il Commissario dell’Ente Dott. Igino Chiuchiarelli “ci sono voluti molti anni, è vero, ma i progetti Life sono spalmati per periodi lunghi, e finalmente siamo soddisfatti del risultato raggiunto”.
“Inoltre” aggiunge il Commissario “ora la zona di tutela del camoscio appenninico ospita una numerosa colonia di esemplari, ci sono state anche delle nascite e siamo orgogliosi del lavoro svolto”.
A tal proposito, al fine di garantire il minimo disturbo, vige ancora il divieto di accesso nel periodo delle nascite (15 maggio – 15 luglio) sia nei giorni feriali che nei giorni festivi.
Il Commissario conclude dicendo: “un plauso va all’attività svolta da tutto il personale del Parco (di concerto con gli altri Enti coinvolti nel progetto) che con tenacia ha superato i numerosi ostacoli che si sono presentati lungo il percorso, ma che alla fine è stato ripagato con i raggiungimento dei risultati sperati”.
Ora si passa alla fase due del progetto: L’Accesso Regolamentato.
A tal proposito il Parco sta ultimando la formazione di personale “qualificato” al fine di costituire uno speciale Albo, “Le Guide Coornata del Parco Regionale Sirente Velino”, guide riconosciute e iscritte in un elenco del Parco aggiornato annualmente e che, a partire dal 16 luglio prossimo, potranno accompagnare i numerosi turisti desiderosi di effettuare le escursioni in quest’area di tutela del camoscio appenninico.
I turisti verranno “scortati” da persone esperte che illustreranno le ragioni della chiusura dell’area, l’importanza di partecipare ad un progetto Life, le bellezze naturalistiche presenti nella zona e con un po’ di fortuna faranno incontrare i numerosi abitanti dell’area che fanno da cornice ad un ambiente spettacolare e tutelato. A breve verranno presentate le Guide Coornata del Parco e le date delle uscite. Fermiamoci insieme a loro a catturare gli odori, i suoni e i colori della Natura, ne resterete sbalorditi!

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Senza categoria

Vardirex: in Abruzzo maxi esercitazione civile e militare per le grandi emergenze [FOTO]

Pubblicato

on

L’Aquila – Nell’ambito dell’esercitazione di protezione civile “VARDIREX” – operativa in Piemonte, Abruzzo e Veneto – si è svolta ieri la fase principale prevista per l’area abruzzese, simulando l’intervento e la gestione delle emergenze a seguito di un evento sismico.
Accanto alla Protezione Civile regionale, alla Prefettura dell’Aquila e al Comune dell’Aquila , di cui Coppito è una frazione – che hanno preso parte all’esercitazione in qualità di osservatori presso il Centro di Soccorso Misto Esercito/ANA – sono stati schierati assetti del 9° reggimento alpini con il neo costituito battaglione alpini multifunzione “Vicenza”, una squadra di soccorso alpino, un elicottero con verricello per il soccorso alpino a cura 3° REOS.
Secondo lo scenario dell’Esercitazione, il verificarsi di scosse sismiche ha portato al crollo di un edificio nei pressi del campo di accoglienza con persone che sono rimaste coinvolte nell’evento. I feriti sono stati soccorsi dal personale del Posto Medico Avanzato. Parimenti è avvenuto lo sgombero di un edificio scolastico, lesionato anch’esso dal terremoto, che ha così attivato il piano di evacuazione con il supporto della Protezione Civile. Una squadra soccorso integrata, con elicottero militare, è intervenuta per il recupero degli escursionisti rimasti bloccati in zona Dolina di Fossa Raganesca. Al verificarsi di un incendio che minaccia l’abitato della frazione Coppito, si è reso necessario impiegare tutte le risorse disponibili nella zona per fronteggiare nell’immediato l’emergenza. In coordinamento con squadre a terra ha operato anche un elicottero della Protezione Civile con cestello baricentrico.
L’esercitazione è stata seguita da nuclei di osservatori distaccati dalla Direzione Nazionale e Regionale della Protezione Civile, funzionari della Prefettura dell’Aquila e del Comune oltre che i rappresentanti dei Vigili del Fuoco e delle Forze dell’ordine. Particolarmente efficace è risultato l’operato del personale del battaglione multifunzionale “Vicenza” in stretta sinergia con l’Associazione Nazionale Alpini.

La VARDIREX (Various Disaster Relief Management Exercise) è un’esercitazione di protezione civile che vede schierati sul campo, per la prima volta con questi assetti, circa 800 uomini espressione delle professionalità delle Forze Armate e dell’Associazione Nazionale Alpini con il supporto del Dipartimento di Protezione Civile.  Le aree operative in tre Regioni (Veneto, Piemonte e Abruzzo), prevedono un intervento all’unisono in situazioni di emergenza diverse, con l’intento di verificare le procedure e l’interoperabilità tra le componenti coinvolte nelle operazioni di soccorso in occasione di pubbliche calamità. Nel corso dell’esercitazione, che terminerà a Verona oggi 20 ottobre, viene testato il sistema operativo di una organizzazione complessa dove opera personale sia militare, sia civile, in relazione alle esigenze di coordinamento a livello locale e nazionale, al fine di rendere sempre più efficienti le capacità di intervento in emergenza.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Sicurezza di A24 e A25: i sindaci non mollano, il 31 ottobre manifestazione al ministero

Pubblicato

on

Avezzano – I sindaci e gli smministratori di Lazio e Abruzzo impegnati nella lotta contro il “caro-pedaggi e la sicurezza A24/A25”, informano che nei giorni scorsi hanno nuovamente sollecitato il Ministro Toninelli a dare riscontro alle istanze formulate sin dal mese di Gennaio 2018 e riportate da ultimo alla sua attenzione con missiva del 28.09.2018 (prot. 8649 Comune Carsoli) rimaste, purtroppo ad oggi, ancora inascoltate:

La creazione di un tavolo istituzionale, con la presenza della concessionaria Strada dei Parchi, che possa giungere ad una ridefinizione dei criteri di concessione e garantire la riduzione definitiva ed adeguata dei pedaggi autostradali. Detto Tavolo dovrà consentire agli Amministratori di conoscere tutte le opere realizzate nonché quelle che si intendono realizzare per garantire la sicurezza nei tratti autostradali A24/A25;

La declassificazione del tratto urbano della A24 che va dalla barriera di Roma Est fino all’intersezione con la Tangenziale Est nonché la declassificazione da tratto montano a non montano di numerosi tratti della A24/A25: l’accoglimento di dette richieste dovrà comportare necessariamente ed automaticamente un’ulteriore riduzione dei pedaggi autostradali oggi “falsati” da situazioni non veritiere.

Altresì comunicano di aver scritto all’Autorità di Regolazione dei Trasporti alla quale il “Decreto Genova” ha attribuito le nuove competenze in materia di tariffe e sicurezza autostradale chiedendo un incontro da tenersi entro il corrente mese anche presso la sede di Torino. Qualora queste richieste dovessero rimanere ancora inascoltate i sindaci e gli amministratori di Lazio e Abruzzo preannunciano sin da ora una nuova manifestazione da tenersi il 31 ottobre davanti alla sede del MIT in via Nomentana 2.

Continua a leggere

Senza categoria

Incidente al casello di Avezzano coinvolti un tir e due auto, rallentamenti

Pubblicato

on

Avezzano – Un incidente è avvenuto in prossimità del casello autostradale di Avezzano. Secondo le prime informazioni si tratterebbe di un tamponamento a catena in cui sarebbero coinvolti un mezzo pesante e due auto. Fortunatamente al momento dell’impatto i veicoli viaggiavano ad una velocità molto ridotta per cui non vi sarebbero feriti gravi. Sul posto è intervenuta la polizia stradale per i rilievi del caso e la gestione del traffico in entrata è uscita dal casello autostradale che ha subito rallentamenti.

Continua a leggere

Senza categoria

Mele biologiche per sfamare gli orsi marsicani di Villavallelonga e Pescasseroli

Pubblicato

on

Pescasseroli – Nella dieta dell’orso ci saranno anche le mele biologiche del Molise. I produttori di Castel del Giudice (Isernia) forniranno le mele per le aree faunistiche e la gestione degli orsi nei Parchi nazionali d’Abruzzo, Lazio e Molise e della Majella. Lo rende noto Legambiente Molise. È stato infatti sottoscritto questa mattina a Pescara nella sede di Legambiente Abruzzo il protocollo d’intesa tra il Comune di Castel di Giudice, l’azienda agricola ‘Melise’, Legambiente e responsabili dei Parchi per l’utilizzo di mele biologiche a supporto delle iniziative di tutela dell’Orso bruno marsicano e di educazione ambientale. L’iniziativa ‘Le Mele degli Orsi’ prevede che l’azienda agricola di Castel del Giudice fornisca agli enti Parco mele biologiche di sua produzione che saranno utilizzate per alimentare gli orsi presenti nelle aree e centri
faunistici di Villavallelonga, Pescasseroli, Campoli Appennino e Palena e, occasionalmente, anche per attività
di gestione faunistica quali catture di orsi per ragioni scientifiche e gestionali.

Continua a leggere

Senza categoria

Sospesi gli stipendi ai dipendenti della casa di cura privata “Di Lorenzo”

Pubblicato

on

Avezzano – “La Casa di Cura Di Lorenzo si è vista comunicare un’illegittima decurtazione di pagamenti dovuti, pari a quasi una mensilità intera di lavoro, per la scellerata applicazione di una Delibera di Giunta Regionale in netto contrasto con tutte le norme nazionali e con la vigente Legge Regionale che disciplina l’attività delle strutture di ricovero pubbliche e private. “È impossibile ormai gestire i ricoveri, mi occupo personalmente dell’invio giornaliero dei flussi dei ricoveri alla ASL – afferma il Dott. Maurizio Gentile, collaboratore della Direzione della Casa di Cura e Responsabile del Personale – e garantisco che è impossibile soddisfare le nuove condizioni di erogazione che la Regione, con la DGR 611 /2017 vorrebbe imporre. Praticamente pretendono che ogni giorno vengano operati pazienti di tutte le discipline, con l’aberrante risvolto che all’interno delle sale operatorie dovremmo mischiare pazienti con interventi cosi detti “sporchi” con quelli cosi detti “puliti. Dovremmo inoltre rinviare in continuazione ricoveri programmati per indisponibilità di posti letto che invece sono disponibili, autorizzati e perfettamente coperti dal personale necessario”. Tutto ciò è in contrasto con le Leggi vigenti e con le regole di buona gestione di una struttura sanitaria. Essendoci rifiutati di creare continui disagi e di far correre rischi ai nostri pazienti, il risultato è che ci siamo visti decurtare ingenti somme di fatturato”. La Direzione della Casa di Cura sta valutando importanti azioni nei confronti della Pubblica Amministrazione che, con tale atteggiamento ingiustificatamente vessatorio, rende estremamente difficoltosa l’attività della struttura mettendo a rischio prestazioni per i pazienti e posti di lavoro, oltre a provocare l’ennesimo aumento di mobilità passiva a carico della Regione Abruzzo, perché i pazienti che non possono essere assistiti migrano verso altre Regioni nei cui confronti aumenta il già consistente debito della Regione Abruzzo. “Nulla sarà lasciato al caso” continua il Dott. Gentile, “agiremo in tutte le più opportune sedi per ottenere il rispetto della legge ma soprattutto dei diritti degli erogatori sanitari, dei pazienti e dei lavoratori” .

“La Uil Fpl chiede un incontro urgente alla proprietà della casa di cura privata “Di Lorenzo” spa di Avezzano per discutere della sospensione del pagamento delle retribuzioni e per trovare una soluzione alla problematica. In una nota inviata oggi a tutte le organizzazioni sindacali, la casa di cura ha infatti comunicato che si troverà costretta a sospendere il pagamento delle retribuzioni a seguito dell’applicazione della DGR 611/2017, peraltro già impugnata dalla stessa casa di cura, che ha causato ingenti e insostenibili decurtazioni di fatturato e di conseguenza di pagamenti di prestazioni legittimamente erogate nel primo semestre del 2018. Questo non consente alla casa di cura di onorare gli impegni finanziari e pertanto saranno erogati solo acconti del 50 per cento di quanto dovuto mensilmente”.

Continua a leggere

Senza categoria

Nuovo rischio chiusura incombe sul Tribunale di Avezzano, preoccupazione tra gli avvocati

Pubblicato

on

Avezzano – Nella seduta del prossimo consiglio dell’ordine degli avvocati del foro di Avezzano, prevista per lunedì prossimo, si affronteranno le recenti novità sulla riforma della geografia giudiziaria frutto di dichiarazioni del Ministro della Giustizia all’ultimo congresso Nazionale Forense. Lo ha reso noto il consiglio dell’ordine in una nota inviata in seguito al congresso di Catania al quale hanno partecipato per Avezzano gli avvocati Nunzia Morgani e Antonio Di Mizio. ” Le dichiarazioni del Ministro  – si legge nella nota-  destano allarme e ci impongono di non abbassare la guardia, rilevando comunque che se il Ministro è stato chiaro nel dire che non vi è I”opportunità di mantenere aperti i fori che sono stati chiusi, ha però anche detto che gli uffici del Ministero stanno procedendo ad uno studio mirato per individuare quelle realtà  eccezionali in cui si è di fatto concretizzato un diniego di giustizia” . In particolare – prosegue la nota – egli ha annunciato la sospensione delle soppressioni dei tribunali anche piccoli delle isole, per evidenti problemi di collegamento”.  “E’ certo – si ribadisce nella nota –  che il nostro Tribunale non può considerarsi già chiuso e per questo  il consiglio dell’ordine si sta attivando con sollecitudine presso tutti i livelli istituzionali nazionali per ribadire le eccezionali ragioni che militano a favore del mantenimento del Tribunale di Avezzano anche in vista della prossima riunione della commissione regionale alla quale – si – specifica –  il foro di Avezzano ha fornito ampie e dettagliate relazioni del  carico civile e penale, di estensione del territorio, di distanze, ii località montane. di realtà economiche rilevanti e di contiguità con zone possibile infiltrazione mafiosa”.

Continua a leggere

Senza categoria

Riconversione della Cartiera Burgo, presentazione ufficiale della linea produttiva 2

Pubblicato

on

Avezzano – Presentazione ufficiale per la linea produttiva 2 dello stabilimento Burgo Group di Avezzano. La cerimonia è in programma per questa mattina. L’azienda ha illustrato il piano di riconversione la cui produzione è partita lo scorso aprile. In particolare l’operazione ha previsto il revamping della macchina continua, la modifica della testa macchina e una nuova preparazione impasti, oltre che un adeguamento dell’edificio dove è ubicato il macchinario. L’operazione fa parte della strategia di diversificazione di Burgo Group che, grazie all’ingresso nel business del cartone, spazia oggi dall’editoria al packaging, dalla carta da stampa alle carte ondulatori. Lo stabilimento è candidato a diventare un vero polo dell’eccellenza nazionale per la produzione di cartone. Si prevede che a regime la linea 2 possa raggiungere una capacità produttiva di 200 mila tonnellate per la produzione di cartone andulato.

Alla cerimonia sono presenti tra gli altri: Giovanni Legnini, Giovanni Lolli della Regione Abruzzo, l’onorevole Stefania Pezzapane, Gianni Letta, il vescovo del Marsi Pietro Santoro, il sindaco Gabriele De Angelis, l’ex sindaco Giovanni Di Pangrazio, amministratori e rappresentanti istituzionali.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com