Attualità

Avezzano, nuovo parco giochi per disabili: al via raccolta fondi


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Essere bambini è un diritto. Divertirsi è un diritto. Giocare è un diritto. Tutto questo, troppo spesso, e sempre più di frequente, viene dimenticato o rilegato a mera osservazione tra l’indifferenza e la vita frenetica della società nella quale viviamo. Eppure, basterebbe poco per cambiare la realtà che ci circonda. L’Associazione Niki Aprile Gatti Onlus e Borgo Pineta Pepper Festival, il prossimo 11 settembre, raccoglieranno fondi destinati all’acquisto di giochi destinati alla realizzazione di un parco per bambini diversamente abili e normodati, la cui realizzazione avverrà presso i giardini comunali adiacenti la chiesa della Madonna del Passo ad Avezzano. Iniziativa lodevole, dal forte impatto culturale e sociale, della quale ne abbiamo parlato con Ornella Gemini, mente e braccio della raccolta fondi e di un progetto che noi di Marsicanews, supporteremo con tutte le nostre forze.

Prima di tutti vorrei ringraziarla per questa intervista. Direi di iniziare dal principio: come è nata questa idea?

Nasce tutto dalla collaborazione con il Borgo Pineta Pepper Festival. Nel  centro Italia non esiste un parco di questo genere e con queste caratteristiche. E’ un bellissimo centro in cui il bambino con degli handicap può provare cose che non ha mai provato. Tutti i bambini meritano di divertirsi alla stessa maniera. Vogliamo che diventi un punto di riferimento, oltre che di accoglienza, per tutti i bambini che vivono questi disagi.

E’ importante sottolineare la propositività del comune di Avezzano nella collaborazione. In cosa si sostanzia tale contributo?

Tale intervento consiste nella messa in opera dei giochi, i quali, a livello strutturale, richiedono un lavoro notevole. Questo è l’impegno del comune. Arriveremo a breve alla firma definitiva, anche in virtù dell’accordo scritto intercorso tra noi, secondo il quale la nostra associazione acquista i giochi ed il comune li installa con la successiva manutenzione degli stessi. Vigilanza e sicurezza compresa.

Di recente il comune ha rinnovato il parco giochi di piazza Torlonia. Crede sia stata un’occasione persa per inserire anche giochi per bambini affetti da questi deficit?

Probabilmente si, ma a favore del comune si deve dire che piazza Torlonia non si presta granché a questi giochi, i quali necessitano di molto spazio ed esigenze particolari. Forse non è l’area adatta per questo tipo di parco.

Quali categorie abbracciano questo tipo di giochi ?

Il nostro sogno è quello di abbracciare tutte le categorie dei bambini con handicap. Abbiamo uno spazio che si presta e, dunque, non vogliamo assolutamente fare un ghetto. Vogliamo un parco giochi dove bambini normodotati e bambini con handicap giochino fianco al fianco, condividendo il divertimento che contraddistingue la vita dei bambini, i quali, devono giocare insieme perché le barriere mentali che abbiamo noi adulti, i bambini non le hanno.

Le prime barriere da abbattere sono mentali, dettate dall’ignoranza e dai preconcetti..

Esattamente. Ma i bambini non le hanno. Li abbiamo noi adulti, non loro. E’ importante che i bambini possano andare oltre quello che vedono, di modo da diventare persone migliori, prima da bambini e poi da adulti. Mi auguro che questa nostra iniziativa, portata all’attenzione di tutti, possa essere la pietra cardine per discorsi più vasti. Dobbiamo migliorare la condizione nelle scuole, nei locali pubblici, ovunque, perché, purtroppo, siamo molto indietro.

Avete in cantiere altri progetti di supporto a questa iniziativa? Nei mesi a venire cosa dovremo aspettarci?

L’evento dell’11 settembre sarà il primo step. Siamo aperti a qualunque tipo di iniziativa. E’ un’occasione anche per noi, per farci dare nuove idee come una cena sociale o una rappresentazione teatrale, il cui ricavato andrà devoluto per questa finalità. Mi rivolgo anche a commercianti ed imprenditori affinché diano il proprio contributo, di qualunque genere esso sia. Delle piante per abbellire l’area, dei bagni pubblici, delle illuminazioni. C’è bisogno di tutto. Bisogna capire che il parco è della città, non di qualcuno in esclusiva. E’ importante aiutare questi bambini che non hanno tutte le possibilità che in molti hanno e che, quindi, sono estremamente penalizzati. Sta a noi aiutarli a migliorare le proprie condizioni di vita. Non dobbiamo tirarci indietro.

 

Le donazioni si possono fare per bonifico:

IT12F0538740443000002166748    INT. Associazione Niki Aprile Gatti Onlus -causale: Giochi per Disabili

Oppure  possono avvenire presso i Gazebo che troverete nelle piazze di Avezzano-Celano-Luco Dei Marsi le prossime domeniche!

Oppure presso la Libreria Mondadori di Avezzano o presso La Casa della Batteria di Avezzano

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top