Cronaca e Giudiziaria

Parco Abruzzo, l’ENPA spera in un potenziamento del corpo forestale

Provincia-“Quello del Parco Nazionale d’Abruzzo non è un caso isolato. Per questo ci aspettiamo indagini approfondite in tutte le aree protette, auspicando che il Corpo Forestale sia potenziato invece di essere depotenziato, sciolto o assorbito da altre forze armate, come vorrebbe invece il Governo”. Così Andrea Brutti, dell’Ufficio Fauna Selvatica di Enpa, all’indomani dell’operazione con cui il Corpo Forestale dello Stato ha portato alla luce un traffico illecito di specie selvatiche protette nel Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise che venivano catturate, uccise e macellate per essere infine rivendute a ristoratori della zona. “I bracconieri – aggiunge – sono aiutati da comportamenti omertosi”. “Il nostro patrimonio di biodiversità, fiore all’occhiello del ‘giardino-Italià – prosegue Brutti – merita di essere difeso in modo adeguato e fattivo, affinchè tale tutela non resti una buona intenzione espressa solo sulla carta”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top