Italia

Papa Francesco: I cattolici facciano figli ma non come conigli

«Alcuni credono che per essere buoni cattolici dobbiamo essere come i conigli». Invece «la paternità» è «responsabile, questo è il punto». Anche al ritorno dal suo secondo viaggio in Asia papa Francesco racconta il suo pensiero su aspetti non facili della vita dei cattolici: rispondendo alle domande dei giornalisti sull’aereo che lo riporta in Vaticano dalle Filippine parla di paternità, di corruzione, delle tensioni legate al terrorismo, della povertà. «Credo», ha aggiunto, che «dobbiamo piangere sull’ingiustizia, piangere sui poveri, piangere aiuta a capire nuove dimensioni della vita». Sulla procreazione dei figli, Bergoglio ha ricordato che «l’ apertura alla vita è condizione al sacramento del matrimonio. Se un uomo non può dare il sacramento alla donna e la donna a lui, se non sono su questo punto d’accordo di essere aperti alla vita. A tal punto che se si può provare che questo o questa si è sposato con l’intenzione di non essere cattolica quel matrimonio è nullo e causa di nullità matrimoniale». Ma, ha aggiunto il Papa, «questo non significa che il cristiano deve fare figli, io ho rimproverato alcuni mesi fa in una parrocchia una donna perché era incinta dell’ottavo, e sette cesarei. «Ma lei vuole lasciare orfani sette?», ma questo è tentare Dio», ha aggiunto il Papa.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top