Cronaca e Giudiziaria

Sanitopoli, la Cassazione annulla in parte le condanne e rimanda a nuovo processo

Confermata la condanna per induzione indebita

Roma – Non si chiude la vicenda della Sanitopoli abruzzese, che vede sul banco degli imputati l’ex governatore Ottaviano Del Turco. I giudici della corte di Cassazione hanno infatti annullato con rinvio la condanna emessa dai magistrati della corte d’Appello dell’Aquila, in relazione all’accusa di associazione a delinquere, confermando la condanna per induzione indebita, relativa alle pressioni che Del Turco avrebbe fatto sull’imprenditore della sanità, Vincenzo Angelini, per ottenere delle somme; il denaro in realtà non è mai stato rintracciato sui conti di Ottaviano Del Turco né degli altri otto imputati.

Saranno i giudici della corte di Appello di Perugia, in un nuovo processo di secondo grado, a riesaminare gli atti relativi all’imputazione del reato associativo e a rideterminare il trattamento sanzionatorio per il reato di induzione indebita; sul procedimento incombe la prescrizione, che interverrà prima della fine del 2017. La condanna per associazione a delinquere è stata annullata con rinvio anche nei confronti di Camillo Cesarone e Lamberto Quarta, mentre è stato dichiarato inammissibile il ricorso di Pierluigi Cosenza contro la prescrizione. Sono state annullate senza rinvio le condanne per Ennio Marcello Boschetti, Luigi Conga e Bernardo Mazzocca per via della prescrizione. Per gli altri capi di imputazione invece, anche le posizioni di Conga e Mazzocca dovranno essere rivalutate dalla Corte di Appello di Perugia per la rideterminazione delle pene.
Sono state inoltre annullate le condanne al risarcimento delle parti civili a carico di Sabatino Aracu, ed è stato rigettato il ricorso di Angelo Bucciarelli. Partita aperta per la questione attinente ai risarcimenti per le parti civili: Regione Abruzzo, varie Asl e cliniche private.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top