Altri articoli

Ospedale di Avezzano: un ottimo Natale per 75 medici…

«A breve saranno assunti 75 medici a tempo indeterminato e, in tempi rapidi, verrà aperto il reparto dell’osservazione breve all’ospedale di Avezzano». È l’annuncio più significativo del direttore generale della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, Giancarlo Silveri, nel tracciare, in una conferenza stampa che si è svolta ad Avezzano, il bilancio sull’attività dell’ospedale del centro marsicano. Le assunzioni e l’entrata in funzione del reparto dell’ osservazione sono le azioni più importanti relative al potenziamento. In riferimento all’attività del 2013, Silveri ha citato interventi di «rilancio significativi»: «Un pronto soccorso, che era vecchio e inadeguato, che abbiamo rimesso a nuovo, 6 sale operatorie ristrutturate e perfettamente funzionanti, un nuovo blocco parto e un reparto Endoscopia ad alto livello tecnologico – ha spiegato – salvo imprevisti entro marzo, l’ospedale di Avezzano riavrà il reparto di neurochirurgia, segnatamente alla branca spinale. Ho l’orgoglio di poter dire che nel frattempo, per gli altri tipi di assistenza neurochirurgica, nessun paziente della Provincia è rimasto senza assistenza poichè indirizzato e curato dal reparto dell’ospedale dell’Aquila.

Reperire neurochirurghi, peraltro, è difficile ma noi, nonostante i tempi imposti dalla normativa e i contenziosi, abbiamo bandito un nuovo concorso per reclutare altre 2 figure di questa specialità». Il manager, affiancato dalla dottoressa Rossella De Santis, direttore del Distretto sanitario dell’area Marsica, ha inoltre dichiarato che, sulla vicenda del Centro San Domenico di Avezzano, nessuno ha mai pensato di dare lo sfratto ai 26 giovani ospiti che, anzi, saranno accompagnati gradualmente in strutture adeguate. Sul punto il Manager ha precisato che le attività sociali non sono di competenza della Asl che, nonostante ciò, si è fatta carico di incombenze di altri enti locali, accollandosi anche l’onere delle proroghe«.

L’apertura dell’ospedale di comunità di Tagliacozzo a dicembre e (due anni fa quello di Pescina) e l’attivazione dell’ hospice di Pescina per malati terminali, sono state le altre azioni della Asl portate a termine nel 2013, oltre alla riduzione drastica dei tempi di visita, per l’invalidità civile, limitatamente all’area Marsica, portati, da aprile scorso a oggi, da 15 mesi a soli 29 giorni di attesa.

1 Comment

1 Comment

  1. lucia

    26 dicembre 2013 at 1:06

    egregio signor Silveri, ma possibile che in un ospedale come quello di avezzano che raccoglie un grosso bacino di utenti, ci sia un solo tecnico di riabilitazione psichiatrica??
    Sinceramente mi sembra un pò poco non crede???
    Ma forse lei non leggerà nemmeno questo commento!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top