Altri articoli

Ospedale di Avezzano, paziente fugge e scompare per 48 ore

Due giorni di preoccupazioni e ricerche, dopo una fuga dal pronto soccorso dell’ospedale di Avezzano. Protagonista un uomo residente nella Marsica. Ieri, poco dopo le 17, è rientrato da solo. In evidente stato confusionale e senza riuscire a dare spiegazioni su dove avesse trascorso le 48 ore precedenti. A denunciare la sua scomparsa, ieri, poco prima delle 13, è stata la moglie, che si è recata dai carabinieri per lanciare l’allarme. Alle ricerche degli uomini del nucleo operativo e radiomobile hanno partecipato anche i carabinieri di Ovindoli. Allertati anche i vigili del fuoco, Robert è stato cercato in tutta la Marsica.

Il furgone dell’uomo è stato ritrovato a Strada 12 nel Fucino, con all’interno il suo cellulare. Da qui l’ipotesi che l’uomo poteva essere finito in un canale. Subito dopo gli inquirenti hanno accertato che la sera di giovedì la Misericordia di Celano lo aveva trovato in stato di ebbrezza nei pressi della frazione avezzenese di Paterno. I soccorritori lo aveva portato al pronto soccorso. L’uomo aveva eseguito l’accettazione ma si era allontanando senza farsi visitare. Per questo una squadra di vigili del fuoco lo ha cercato per tutta la zona nord della città, nei pressi della Pineta. Fino a quando, alle 17, l’uomo è rientrato a casa. Interrogato dai carabinieri, non ha saputo però dare spiegazioni.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top