Sanità

Ospedale di Avezzano, i medici scrivono a Cialente

Amareggiati dagli ultimi accadimenti nell’ambito della nostra Asl, i medici dell’ospedale di Avezzano hanno deciso di scrivere la seguente missiva al Primo Cittadino del capoluogo: «Egregio signor sindaco, i medici dell’ospedale sono indignati dalle Sue affermazioni circa lo stato di salute della sanità territoriale. Affermazioni avventate, fatte, forse, in un contesto particolare. Ispirate da una situazione contingente, legata ad un preciso e particolare momento ma che comunque hanno offeso una struttura sanitaria e tutti gli operatori che nella stessa svolgono con dignità e professionalità la loro attività quotidiana. Le Sue affermazioni, ad onor del vero, sono state puntualmente smentite (dalla prima all’ultima) appena qualche giorno dopo dai dati pubblicati a proposito dal quotidiano economico Il Sole 24 ore. Ma ciò, tuttavia, non toglie che quanto asserito ha destato stupore e sorpresa negli operatori della sanità locale, anche perché non ci risulta che mai la S.V. si sia occupata dell’organizzazione dei servizi sanitari della Marsica e semmai qualche volta lo avesse fatto, è stato solo per contribuire a tagliare risorse. La dichiarazione che i mali della sanità provinciale dipendono dalla sanità marsicana è grave e palesa nella sua interezza la poca conoscenza delle realtà locali. La lettura dei numeri relativi alla mobilità passiva da Lei data è preoccupante e fuorviante per il presente e per il futuro. Fa capire chiaramente che ci si trova davanti ad una scarsa competenza tecnica. Le vorremmo ricordare che la S.V. è il sindaco della Città dell’Aquila, il capoluogo della Regione Abruzzo e che le Sue dichiarazioni hanno un suo peso, non sono quelle dell’uomo della strada. Rendere noti dati approssimativi, poco attendibili, o peggio ancora non veritieri, significa creare disorientamento nel cittadino utente, soprattutto se quest’ultimo, poi, a seguito di ciò è ancor più è spinto a dare una lettura di questi in chiave politica. Non giova a nessuno, la salute è una cosa seria. Oltre a sottolineare i numeri del Sole 24 ore, vorremmo cogliere l’occasione per aggiungere, come esempio, ancora qualche elemento relativo al territorio, come quello della spesa farmaceutica da parte dei medici di base operanti nel comprensorio marsicano. Ebbene, da un’attenta disamina risulta essere, in termini percentuali, il miglior dato negli anni 2011 e 2012 e vorremmo ancora che non si dimenticasse che il sistema sanitario prevede l’attribuzione dei fondi per quota capitaria e la Marsica con i suoi circa 140mila assistiti costituisce poco meno della metà dell’intera popolazione della provincia, quasi la metà dell’intera erogazione dei fondi. Siamo pronti in ogni momento ad un confronto tecnico con i rappresentati del territorio e l’assessore alla Sanità Silvio Paolucci per paragonare i dati dei singoli ospedali o delle singole unità operative della Asl e a far presente a quest’ultimo che mentre si parla di un nuovo assetto sanitario territoriale, a tutt’oggi, di fatto, non è ancora stato completato il processo di unificazione delle due ex Asl della provincia aquilana».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top