Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Cronaca e Giudiziaria

Ortucchio –13 gennaio, un giorno per ricordare


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

A pochi giorni dal centenario del terremoto della Marsica, uno dei più violenti sismi che ha storicamente colpito il territorio nazionale, il Comitato cittadino di Ortucchio, presieduto dall’Avv. Valentina Ferrini, presenta il programma degli eventi atti a rievocare il nefasto avvenimento e commemorare i suoi morti.
Era il 13 gennaio 1915, alle 7:52:43 di una fredda mattina quando un violentissimo terremoto di magnitudo 7.0 interessò una vasta area dell’Italia centrale con effetti distruttivi in Abruzzo e nelle aree confinanti del Lazio.
L’epicentro fu individuato da Emilio Oddone, un geologo che giunse nei giorni immediatamente successivi all’evento, presso il margine orientale del bacino del Fucino, a breve distanza dal centro abitato di Ortucchio: “L’epicentro, e non discutiamo se reale o apparente, ha sede ad oriente del bacinetto, a sud di San Benedetto, ad occidente di Venere e poco a nord di Ortucchio” (Oddone, 1915).
Era ancora buio ma in molti, soprattutto gli uomini, erano già pronti per affrontare una dura giornata di lavoro nei campi. C’erano i missionari ad Ortucchio quel di e la maggior parte delle donne del paese erano riunite in preghiera ad ascoltare la messa a loro dedicata nella Chiesa di San Rocco. Nulla lasciava presagire che da li a qualche minuto il la catastrofe avrebbe cambiato per sempre la storia artistica, economica e sociale del territorio.
La violenza del terremoto fu immensa, la chiesa crollò seppellendo esanime sotto le macerie quasi tutte le presenti al suo interno, se ne salvò solo una insieme ad un missionario. L’ intero paese venne raso al suolo, gli uomini che erano già in campagna raccontarono di aver udito tutta la violenza del sisma e di aver visto innalzarsi dal paese un grande polverone causato dalla serie di crolli che intrappolò e uccise chi ancora era in casa.
Nella Marsica ci furono circa 30mila vittime, di cui 1800 nel paese di Ortucchio, allora abitato da circa 2500 persone.
La Chiesa di San Rocco non esiste più, aI suo posto è stato ricostruito l’attuale municipio e proprio per onorare quelle donne che persero la vita quella mattina in chiesa, martedì 13 gennaio 2015, alle 7: 50, nella sala consiliare, ci sarà la prima Santa Messa officiata dal parroco Padre Riziero Cerchi.
Nel primo pomeriggio, alle 14:30, ci si radunerà dinanzi la Chiesa parrocchiale di Santa Maria di Capodacqua per poi raggiungere in processione il cimitero vecchio, luogo dove furono seppellite in fosse comuni la maggior parte delle vittime.
Al rientro in chiesa seguiranno i Vespri e alle 17:00 il “Concerto in memoria…”, offerto dalla Associazione Culturale Musicale “Nino Chiarilli” di Ortucchio e diretto dal M°Corrado Lambona.
Tale manifestazione fa seguito al Convegno tenutosi sabato 3 gennaio u.s. a cura del Circolo Culturale “Il Castello”, che ha ufficialmente dato il via alle celebrazioni per il centenario del terremoto del 1915.
Il “Comitato Centenario terremoto nella Marsica 1915-2015-Ortucchio” e tutte le associazioni del paese, unitamente all’Amministrazione Comunale, che patrocina l’evento, invitano tutta la cittadinanza a partecipare.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top