Altri articoli

Orso ucciso, la Forestale arresta un uomo per detenzione arma

Un uomo è stato arrestato con l’accusa di detenzione di arma clandestina dal Corpo Forestale dello Stato a Scapoli (Isernia) nell’ambito dell’inchiesta aperta dalla procura di Isernia per l’uccisione dell’orso ‘Stefano’ avvenuta il 7 luglio 2013.

Il provvedimento è stato eseguito dal Coordinamento Territoriale Ambiente del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e e Molise di Pescasseroli. L’uomo è stato identificato grazie anche al contributo della Sezione Investigativa CITES Centrale dell’Ispettorato Generale del Cfs, coordinati dal commissario capo Tiziana Altea.

L’arma era nell’auto dell’uomo: è una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa e diverse munizioni non denunciate. Nell’abitazione dell’uomo, oltre a numerosi coltelli di varie forme e dimensioni, sono state sequestrate due carabine regolarmente denunciate. «È chiaro – spiega la Forestale in una nota – che solo accurati accertamenti tecnici sulle armi e munizioni sequestrate potranno evidenziare eventuali compatibilità balistiche con i proiettili ritrovati nel corpo dell’orso».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top