Cronaca e Giudiziaria

Orso bruno marsicano: finanziato il progetto “Il miele dell’Orso””

Patagonia e la Fondazione statunitense TIDES premiano le attività della giovane ONLUS abruzzese “Salviamo l’Orso”. Il legame tra le api e l’orso è ben noto, non solo perché quest’ultimo è ghiotto di miele, ma soprattutto perché la sua dieta onnivora è strettamente legata alle piante da frutto, per le quali le api svolgono un ruolo fondamentale nel processo di impollinazione. L’orso bruno marsicano e l’’ape mellifera ligustica o ape italiana sono minacciati dalle alterazioni degli ecosistemi apportate dall’’uomo. Se nel caso del plantigrado il rischio di estinzione è concreto, nemmeno le piccole api se la passano meglio. Il loro decremento è un fenomeno preoccupante per lo stretto rapporto che hanno con la vita sulla Terra. Per questo Patagonia, il noto marchio di abbigliamento sportivo, e la Fondazione Tides, hanno deciso di finanziare con 5.000 dollari (circa 4.500 euro) il progetto di Salviamo l’Orso ““Il miele dell’’orso””, scritto da Mario Cipollone in collaborazione con le dr.sse Angela Tavone, Samantha Lincoln e Nichola  Ciera.

Il progetto è finalizzato a favorire la biodiversità degli ecosistemi attraverso l’’acquisto di arnie e di sciami di api ligustiche e a ridurre i conflitti tra l’’orso marsicano e le attività umane, una delle principali cause di mortalità e di scomparsa della specie, con la cessione agli apicoltori aderenti all’’iniziativa di recinzioni elettrificate per prevenire danni da orso. Il miele delle arnie compenserà la mancata produzione degli apicoltori danneggiati per renderli più sensibili al bisogno di  proteggere i propri apiari per una convivenza pacifica con il plantigrado, da considerare non più come un antagonista, ma come il simbolo di un ambiente naturale incontaminato, valore aggiunto per la qualità del prodotto oltre che per la sua promozione commerciale e dell’’identità storica, naturalistica e culturale del territorio di provenienza.

Stefano Orlandini, presidente di Salviamo l’’Orso, ha dichiarato: ““Si tratta di un progetto concreto, che si basa su un rapporto diretto, fiduciario e duraturo con gli apicoltori del territorio, con l’’ambizione che si trasformi in un virtuoso modello di riferimento per quanti hanno la fortuna, talvolta erroneamente vissuta come fastidio, di svolgere quest’attività in un territorio che ospita l’’orso. Dobbiamo riuscire a trovare un equilibrio sostenibile tra le attività dell’’uomo e la natura, che non può prescindere dalla presenza delle api e dell’’orso. Crediamo – conclude Orlandini – che ‘Il miele dell’’Orso’ possa essere un passo per promuovere la convivenza tra uomini ed orsi in Abruzzo”. Per sostenere questo progetto si possono effettuare donazioni per l’’acquisto di arnie e recinzioni elettrificate seguendo le indicazioni al link http://www.salviamolorso.it/progetti/donazioni/. Per info: info@salviamolorso.it.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top