Ambiente

Un radio collare per controllare Amarena e niente frutta in paese

Bisegna – Mezzi dissuasivi come da protocollo e monitoraggio: queste le misure decise dal Parco per salvaguardare “Amarena”, l’orsa ghiottona avvistata durante le sue prime incursioni nei centri abitati proprio su una pianta di ciliegie amarene.

Si tratta di una femmina di circa 4 anni e del peso di 72 kg, l’orsa che è stata radioccolarata dal personale del Parco e che dal mese di luglio frequenta con assiduità la Valle del Giovenco, in particolare i centri di  Bisegna e San Sebastiano. Se da un lato la presenza di un orso in un paese è un evento eccezionale ed emozionante, per l’orso, però, può rappresentare un serio pericolo:  aumenta il rischio di incidenti, alimenta o inasprisce i conflitti sociali per i danni arrecati e favorisce l’insorgenza di un processo di abituazione soprattutto per gli esemplari più giovani. Per questo sabato 10 settembre il
Parco ha organizzato un’assemblea pubblica insieme al Sindaco e alle associazioni locali (Montagna Grande e Amici dell’Orso Bernardo)  per definire un programma intensivo di prevenzione e di dissuasione secondo quanto previsto dal “Protocollo orsi confidenti/problematici”. Si è cercato di prevenire l’ingresso dell’orso in paese, rimuovendo la frutta, la cui concentrazione nel periodo di iperfagia sta facendo  registrare la  presenza di diversi esemplari all’interno dei centri abitati.

L’orsa è stata  seguita già da diverse settimane dal personale scientifico e di sorveglianza del Parco per evitare la frequentazione del centro abitato e rassicurare la popolazione. Grazie  alla presenza del radio collare GPS si potrà anche valutare con maggiore precisione gli effetti della dissuasione e i comportamenti della giovane orsa. Fondamentale è la collaborazione di tutti: segnalare tempestivamente al servizio di sorveglianza eventuali avvistamenti, evitare comportamenti che disturbano inutilmente l’orso, non ostacolare, anche attraverso la semplice curiosità, le azioni di guardia parco e agenti forestali. Garantire la vita in natura di una giovane orsa è importantissimo per la conservazione di una piccola popolazione di orsi, come nel caso dell’orso marsicano.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top