Altri articoli

Operaio morto folgorato, rinviati a giudizio cugino e datore di lavoro

I fatti risalgono al 2011 quando Aurelio Bostiog (23) rimase vittima di quello che, inizialmente, sembrava un incidente sul lavoro. Tale versione, fornita dal cugino di Bostiog, Lonut (24 anni), e dal datore dei lavoro dell’operaio, Giovanni Di Vito (41 anni), non ha però convinto gli inquirenti che, messi alle strette i due, sono riusciti ad appurare che Bostiog rimase folgorato da una scossa elettrica mentre i tre stavano rubando fili di rame da una linea dell’alta tensione.

A nulla è valsa la simulazione dell’incidente. Il Pubblico Ministero della procura di Avezzano, Barbieri, ha deciso per loro il rinvio a giudizio per omicidio colposo.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top