Attualità

Operai di AvezzanoVerde senza stipendio da ottobre: il comune rassicura i lavoratori

Senza stipendio da 5 mesi: scatta la protesta dei lavoratori di “Avezzano Verde”, impiegati fino ad ottobre 2015 nelle attività di pulizia degli spazi verdi della città. Ieri pomeriggio cinque operai si sono recati in comune per chiedere all’amministrazione di intervenire a tutela dei lavoratori. “La ditta campana – racconta Alfonso Macerola, delegato della Cgil e dipendente di Avezzano Verde – ha curato il verde urbano della città fino al 20 ottobre 2015, data in cui si è conclusa l’assegnazione dell’appalto, non rinnovato dal comune. A quel punto i dipendenti hanno firmato un accordo con il sindacato e l’imprenditore dell’azienda, il quale si impegnava a pagarci 1000 euro ogni 15 del mese, soldi mai visti. Da quel giorno – spiega Macerola – siamo rimasti senza lavoro, senza stipendio, senza TFR o disoccupazione, a dispetto di qualsiasi norma contrattuale. L’imprenditore è sparito, e con lui anche la sua parola e i nostri diritti”.

Gli operai, accolti in municipio dall’assessore alla viabilità e alla protezione civile Daniela Stati e dal funzionario comunale Tiziano Zitella, hanno posto all’attenzione dell’amministrazione l’impossibilità di andare avanti senza alcuna garanzia. “Durante il colloquio la Stati si è mostrata disponibile ad accogliere le nostre istanze – continua il delegato Cgil – ci ha assicurato che torneremo a lavorare tra marzo e aprile e che, se l’imprenditore dell’azienda continuerà a non pagare, sarà il comune stesso a trattenere i relativi importi nelle casse comunali per garantire il pagamento ai lavoratori”.

 

 

 

 

1 Comment

1 Comment

  1. Francesca Del Genio

    25 febbraio 2016 at 7:13

    Scrivete gentilmente la verità non quello che vi raccontano fandonie e diffamano il nome di chi per anni gli ha dato da mangiare a questi quattro lavoratori. Gli stipendi li hanno avuti tutti e nei tempi stabiliti, il contratto è terminato in data 19/10/15 come gli stessi erano a conoscenza dalla data di assunzione, nel mese di dicembre gli è stato versato un primo acconto sul TFR poi in data 01/02/2016 gli stessi hanno convocato la ditta presso lo studio del loro difensore e presso la UIL di Avezzano per siglare l’accordo di chiusura. Le date sono state rispettate e verranno rispettate come sempre dal 2007/2008 ad oggi. Perciò nessuno è sparito nessuno a rimasto senza stipendio nessuno ed inoltre tutte le ingiurie o diffamazioni scritte verranno discusse nelle opportune sedi legali. Tanto è solo per chiarezza nella vicenda

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top