Abruzzo

Ondata di furti, il fine settimana è sempre penalizzante…

Nella serata di ieri e su segnalazione di un cittadino che aveva notato un’autovettura sospetta parcheggiata nei pressi della sua abitazione, le Volanti intervenivano in zona Sant’Elia a L’Aquila dove individuavano una Renault Scenic con a bordo una persona.

L’uomo, un rumeno di 32 anni, veniva subito bloccato dagli agenti e sul veicolo venivano rinvenuti un piccone, altri arnesi atti allo scasso ed una valigia rubata, di proprietà della persona che aveva chiamato il 113 e che era stata asportata dalla casetta in legno, all’interno della quale i malviventi erano entrati rompendo due infissi.

Durante la perquisizione dell’autovettura, al telefono del rumeno giungevano numerose chiamate e messaggi da parte dei complici, i quali gli davano appuntamento sulla S.S. 17 nei pressi del distributore.

All’appuntamento, però, i due complici non trovavano il loro amico, ma due equipaggi della Polizia che, non senza difficoltà, ne bloccavano immediatamente uno, mentre con l’altro, di corporatura possente, gli agenti ingaggiavano una violenta colluttazione, in seguito alla quale l’energumeno riusciva però a darsi alla fuga nelle campagne.

Il fermato, anch’egli di nazionalità rumena e proveniente dalla provincia di Roma, veniva quindi dichiarato in arresto, mentre uno dei poliziotti era costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso, per lesioni fortunatamente lievi.

I due arrestati, entrambi rumeni con precedenti di polizia specifici, sono G.N.C di anni 32 e B.S.I. di anni 33 e devono rispondere, in concorso, del reato di furto aggravato ed il secondo anche di lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top