Connect with us

Senza categoria

L’onorevole Di Stefano ad Avezzano per il No

Pubblicato

on

Avezzano – Si è tenuta ieri mattina presso una affollata sala del Municipio di Avezzano la conferenza stampa convocata dal coordinamento di Forza Italia per il NO al referendum costituzionale. La conferenza è stata introdotta da Maurizio Bianchini, vice presidente regionale di Forza Italia. Sono seguiti gli interventi di Gianluca Alfonsi, consigliere provinciale e coordinatore della campagna referendaria per i Comuni della Marsica, di Emilio Iampieri, consigliere regionale di Forza Italia e promotore dell’iniziativa e soprattutto dell’On. Fabrizio Di Stefano, coordinatore regionale della campagna per il NO, che ha spiegato come la vittoria dei NO rappresenti un primo determinante passo per far tornare a vincere il centrodestra anche nelle imminenti amministrative, perché, rimanendo ad Avezzano, “è notorio che l’amministrazione Di Pangrazio è fortemente schierata per il SI”. Quindi, così come un NO determinerebbe un evidente ridimensionamento di Renzi, che ha personalizzato tale competizione, allo stesso modo dal fronte avezzanese del NO si creerebbero le basi per l’aggregazione che si sta preparando a dare alla città di Avezzano un sindaco nuovo. Il consigliere Iampieri ha preannunciato un incontro che si terrà ad Avezzano, presso la sala convegni dell’ARSSA, il 27 novembre alla presenza, oltre che dello stesso Iampieri e di Di Stefano, anche dei parlamentari Mara Carfagna e Fulvio Martusciello. Di Stefano, invece, si è soffermato sulle iniziative che, sempre a sostegno del NO, saranno assunte dal movimento giovanile di Forza Italia, sempre molto vivace nella Marsica. Data la presenza in sala di molti amministratori locali e responsabili di partiti politici come Noi con Salvini, Fratelli d’Italia e Movimento Idea, oltre che di esponenti di raggruppamenti civici alternativi all’amministrazione Di Pangrazio, come quelli rappresentati da Gabriele De Angelis e Lorenzo De Cesare, incalzato dai giornalisti, Di Stefano ha confermato che si sta lavorando a creare un fronte alternativo all’amministrazione uscente, in cui Forza Italia avrà l’onore e l’onere di confrontarsi con tutti gli interlocutori per arrivare a una sintesi di centrodestra ma allargata anche a forze che volessero dare un contributo attivo e propositivo per rilanciare la città e le sue prospettive. Su un punto, però, il parlamentare di Forza Italia, pur confermando la sua disponibilità a tornare spesso ad Avezzano, città cui è molto legato, è stato inequivocabile: “il candidato sindaco di Avezzano sarà scelto ad Avezzano, dagli avezzanesi, senza condizionamenti alcuni, dopo un libero e concreto confronto tra i gruppi e concentrato sui programmi e sule cose da fare”. Come a dire che dopo anni di stravaganti alchimie politiche e personalismi intollerabili, la partecipazione dei cittadini e i contenuti programmatici torneranno a giocare un ruolo determinante nella futura amministrazione della città.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Senza categoria

Carenza di sangue, Avis Trasacco: chi può vada a donare e porti un amico

Pubblicato

on

Trasacco – L’Avis di Trasacco lancia un appello di fronte all’ennesima emergenza legata alla carenza di sangue. “Quest’anno veramente si fa fatica. Fatica a star dietro alle richieste, fatica a prendere le contromisure, fatica a capire alcune dinamiche per niente scontate. E’ vero che l’età media aumenta, che ci sono i virus tropicali in giro, ma ci deve essere dell’altro; la sfiducia nel futuro può essere un motivo della difficoltà a recepire la cultura del dono? – si chiedono dall’Associazione Volontari Italiani del Sangue del comune fucense – Può essere e aggiungiamo anche una maggiore tendenza a isolarsi, che rende in generale più complicati i rapporti umani. Ma insomma qui stiamo dando fondo a tutte le possibili risorse e strategie ma sempre col fiatone per star dietro al fabbisogno di sangue. Come al solito nei momenti di crisi ci sono anche cose positive, si riscopre la collaborazione e la sussidiarietà tra associazioni, ci si ritrova d’accordo quasi sempre e si trascurano i piccoli dissidi, non è il tempo; ma c’è ancora bisogno di tutti per tirarsi fuori, chi può vada a donare, senza pensare se è già la seconda volta o la terza in un anno e portatevi un amico conclude l’Avis nel suo appello per sensibilizzare i cittadini della Marsica a donare sangue per far fronte al sempre maggiore fabbisogno.

Continua a leggere

Senza categoria

Successo per il progetto “Alternanza scuola-lavoro” dell’Istituto “A. Argoli” di Tagliacozzo

Pubblicato

on

Tagliacozzo – L’Istituto tecnico economico per il turismo “A. Argoli” di Tagliacozzo, è stato protagonista sabato mattina 20 ottobre, nella Sala consigliare del Municipio, per raccontare il proprio Progetto Alternanza Scuola lavoro. L’Alternanza è una modalità didattica innovativa, che attraverso l’esperienza pratica aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini di studentesse e studenti, ad arricchirne la formazione, a orientarne il percorso di studio e, in futuro di lavoro, grazie a progetti in linea con il loro piano di studi.

“Nulla di meglio quindi che studiare turismo a Tagliacozzo ed immergersi direttamente nelle realtà delle manifestazioni turistiche che l’Amministrazione comunale della Città capoluogo della cultura marsicana organizza e promuove durante l’anno. Il tutto in ottima simbiosi di collaborazione con l’energica e lungimirante Dirigente scolastica Prof.ssa Patrizia Marziale, il Sindaco Vincenzo Giovagnorio, il qualificato corpo docenti e l’Amministrazione comunale”.

“È questo il successo del nostro Istituto – ha dichiarato il primo cittadino Vincenzo Giovagnorio – che sta scalando le classifiche qualitative del centro Italia: una rapporto di sinergica collaborazione con l’Amministrazione comunale e una partecipazione diretta a tutti gli eventi che promuovono il turismo sul nostro territorio”.

Oltre 60 ragazzi che hanno collaborato ai 12 spettacoli della stagione teatrale invernale e ai 50 spettacoli del Festival Internazionale di Mezza Estate; 105 giorni di presidio e accoglienza all’Info Point municipale; la partecipazione a oltre dieci incontri culturali e presentazioni di libri; la gestione di migliaia di visitatori da fine luglio a fine agosto per la collettiva di arte “Contemporanea 2018” nel Palazzo Ducale e da settembre a ottobre per la mostra “Scrigni da sfogliare” al Mu.S.Fra.

In sintesi questi i numeri di quanto realizzato con l’I.T.E.T. in collaborazione con l’Associazione di promozione turistica “You can go”, diretta da Maria Zaccone e con la partecipazione dei tutor Tiziana Gobbi e Giacomo Morgante impegnati nel coordinamento dei gruppi di lavoro. I giovani e la società civile sempre più coinvolti con la Scuola per progettare il loro futuro.

Continua a leggere

Senza categoria

Vardirex: in Abruzzo maxi esercitazione civile e militare per le grandi emergenze [FOTO]

Pubblicato

on

L’Aquila – Nell’ambito dell’esercitazione di protezione civile “VARDIREX” – operativa in Piemonte, Abruzzo e Veneto – si è svolta ieri la fase principale prevista per l’area abruzzese, simulando l’intervento e la gestione delle emergenze a seguito di un evento sismico.
Accanto alla Protezione Civile regionale, alla Prefettura dell’Aquila e al Comune dell’Aquila , di cui Coppito è una frazione – che hanno preso parte all’esercitazione in qualità di osservatori presso il Centro di Soccorso Misto Esercito/ANA – sono stati schierati assetti del 9° reggimento alpini con il neo costituito battaglione alpini multifunzione “Vicenza”, una squadra di soccorso alpino, un elicottero con verricello per il soccorso alpino a cura 3° REOS.
Secondo lo scenario dell’Esercitazione, il verificarsi di scosse sismiche ha portato al crollo di un edificio nei pressi del campo di accoglienza con persone che sono rimaste coinvolte nell’evento. I feriti sono stati soccorsi dal personale del Posto Medico Avanzato. Parimenti è avvenuto lo sgombero di un edificio scolastico, lesionato anch’esso dal terremoto, che ha così attivato il piano di evacuazione con il supporto della Protezione Civile. Una squadra soccorso integrata, con elicottero militare, è intervenuta per il recupero degli escursionisti rimasti bloccati in zona Dolina di Fossa Raganesca. Al verificarsi di un incendio che minaccia l’abitato della frazione Coppito, si è reso necessario impiegare tutte le risorse disponibili nella zona per fronteggiare nell’immediato l’emergenza. In coordinamento con squadre a terra ha operato anche un elicottero della Protezione Civile con cestello baricentrico.
L’esercitazione è stata seguita da nuclei di osservatori distaccati dalla Direzione Nazionale e Regionale della Protezione Civile, funzionari della Prefettura dell’Aquila e del Comune oltre che i rappresentanti dei Vigili del Fuoco e delle Forze dell’ordine. Particolarmente efficace è risultato l’operato del personale del battaglione multifunzionale “Vicenza” in stretta sinergia con l’Associazione Nazionale Alpini.

La VARDIREX (Various Disaster Relief Management Exercise) è un’esercitazione di protezione civile che vede schierati sul campo, per la prima volta con questi assetti, circa 800 uomini espressione delle professionalità delle Forze Armate e dell’Associazione Nazionale Alpini con il supporto del Dipartimento di Protezione Civile.  Le aree operative in tre Regioni (Veneto, Piemonte e Abruzzo), prevedono un intervento all’unisono in situazioni di emergenza diverse, con l’intento di verificare le procedure e l’interoperabilità tra le componenti coinvolte nelle operazioni di soccorso in occasione di pubbliche calamità. Nel corso dell’esercitazione, che terminerà a Verona oggi 20 ottobre, viene testato il sistema operativo di una organizzazione complessa dove opera personale sia militare, sia civile, in relazione alle esigenze di coordinamento a livello locale e nazionale, al fine di rendere sempre più efficienti le capacità di intervento in emergenza.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Sicurezza di A24 e A25: i sindaci non mollano, il 31 ottobre manifestazione al ministero

Pubblicato

on

Avezzano – I sindaci e gli smministratori di Lazio e Abruzzo impegnati nella lotta contro il “caro-pedaggi e la sicurezza A24/A25”, informano che nei giorni scorsi hanno nuovamente sollecitato il Ministro Toninelli a dare riscontro alle istanze formulate sin dal mese di Gennaio 2018 e riportate da ultimo alla sua attenzione con missiva del 28.09.2018 (prot. 8649 Comune Carsoli) rimaste, purtroppo ad oggi, ancora inascoltate:

La creazione di un tavolo istituzionale, con la presenza della concessionaria Strada dei Parchi, che possa giungere ad una ridefinizione dei criteri di concessione e garantire la riduzione definitiva ed adeguata dei pedaggi autostradali. Detto Tavolo dovrà consentire agli Amministratori di conoscere tutte le opere realizzate nonché quelle che si intendono realizzare per garantire la sicurezza nei tratti autostradali A24/A25;

La declassificazione del tratto urbano della A24 che va dalla barriera di Roma Est fino all’intersezione con la Tangenziale Est nonché la declassificazione da tratto montano a non montano di numerosi tratti della A24/A25: l’accoglimento di dette richieste dovrà comportare necessariamente ed automaticamente un’ulteriore riduzione dei pedaggi autostradali oggi “falsati” da situazioni non veritiere.

Altresì comunicano di aver scritto all’Autorità di Regolazione dei Trasporti alla quale il “Decreto Genova” ha attribuito le nuove competenze in materia di tariffe e sicurezza autostradale chiedendo un incontro da tenersi entro il corrente mese anche presso la sede di Torino. Qualora queste richieste dovessero rimanere ancora inascoltate i sindaci e gli amministratori di Lazio e Abruzzo preannunciano sin da ora una nuova manifestazione da tenersi il 31 ottobre davanti alla sede del MIT in via Nomentana 2.

Continua a leggere

Senza categoria

Incidente al casello di Avezzano coinvolti un tir e due auto, rallentamenti

Pubblicato

on

Avezzano – Un incidente è avvenuto in prossimità del casello autostradale di Avezzano. Secondo le prime informazioni si tratterebbe di un tamponamento a catena in cui sarebbero coinvolti un mezzo pesante e due auto. Fortunatamente al momento dell’impatto i veicoli viaggiavano ad una velocità molto ridotta per cui non vi sarebbero feriti gravi. Sul posto è intervenuta la polizia stradale per i rilievi del caso e la gestione del traffico in entrata è uscita dal casello autostradale che ha subito rallentamenti.

Continua a leggere

Senza categoria

Mele biologiche per sfamare gli orsi marsicani di Villavallelonga e Pescasseroli

Pubblicato

on

Pescasseroli – Nella dieta dell’orso ci saranno anche le mele biologiche del Molise. I produttori di Castel del Giudice (Isernia) forniranno le mele per le aree faunistiche e la gestione degli orsi nei Parchi nazionali d’Abruzzo, Lazio e Molise e della Majella. Lo rende noto Legambiente Molise. È stato infatti sottoscritto questa mattina a Pescara nella sede di Legambiente Abruzzo il protocollo d’intesa tra il Comune di Castel di Giudice, l’azienda agricola ‘Melise’, Legambiente e responsabili dei Parchi per l’utilizzo di mele biologiche a supporto delle iniziative di tutela dell’Orso bruno marsicano e di educazione ambientale. L’iniziativa ‘Le Mele degli Orsi’ prevede che l’azienda agricola di Castel del Giudice fornisca agli enti Parco mele biologiche di sua produzione che saranno utilizzate per alimentare gli orsi presenti nelle aree e centri
faunistici di Villavallelonga, Pescasseroli, Campoli Appennino e Palena e, occasionalmente, anche per attività
di gestione faunistica quali catture di orsi per ragioni scientifiche e gestionali.

Continua a leggere

Senza categoria

Sospesi gli stipendi ai dipendenti della casa di cura privata “Di Lorenzo”

Pubblicato

on

Avezzano – “La Casa di Cura Di Lorenzo si è vista comunicare un’illegittima decurtazione di pagamenti dovuti, pari a quasi una mensilità intera di lavoro, per la scellerata applicazione di una Delibera di Giunta Regionale in netto contrasto con tutte le norme nazionali e con la vigente Legge Regionale che disciplina l’attività delle strutture di ricovero pubbliche e private. “È impossibile ormai gestire i ricoveri, mi occupo personalmente dell’invio giornaliero dei flussi dei ricoveri alla ASL – afferma il Dott. Maurizio Gentile, collaboratore della Direzione della Casa di Cura e Responsabile del Personale – e garantisco che è impossibile soddisfare le nuove condizioni di erogazione che la Regione, con la DGR 611 /2017 vorrebbe imporre. Praticamente pretendono che ogni giorno vengano operati pazienti di tutte le discipline, con l’aberrante risvolto che all’interno delle sale operatorie dovremmo mischiare pazienti con interventi cosi detti “sporchi” con quelli cosi detti “puliti. Dovremmo inoltre rinviare in continuazione ricoveri programmati per indisponibilità di posti letto che invece sono disponibili, autorizzati e perfettamente coperti dal personale necessario”. Tutto ciò è in contrasto con le Leggi vigenti e con le regole di buona gestione di una struttura sanitaria. Essendoci rifiutati di creare continui disagi e di far correre rischi ai nostri pazienti, il risultato è che ci siamo visti decurtare ingenti somme di fatturato”. La Direzione della Casa di Cura sta valutando importanti azioni nei confronti della Pubblica Amministrazione che, con tale atteggiamento ingiustificatamente vessatorio, rende estremamente difficoltosa l’attività della struttura mettendo a rischio prestazioni per i pazienti e posti di lavoro, oltre a provocare l’ennesimo aumento di mobilità passiva a carico della Regione Abruzzo, perché i pazienti che non possono essere assistiti migrano verso altre Regioni nei cui confronti aumenta il già consistente debito della Regione Abruzzo. “Nulla sarà lasciato al caso” continua il Dott. Gentile, “agiremo in tutte le più opportune sedi per ottenere il rispetto della legge ma soprattutto dei diritti degli erogatori sanitari, dei pazienti e dei lavoratori” .

“La Uil Fpl chiede un incontro urgente alla proprietà della casa di cura privata “Di Lorenzo” spa di Avezzano per discutere della sospensione del pagamento delle retribuzioni e per trovare una soluzione alla problematica. In una nota inviata oggi a tutte le organizzazioni sindacali, la casa di cura ha infatti comunicato che si troverà costretta a sospendere il pagamento delle retribuzioni a seguito dell’applicazione della DGR 611/2017, peraltro già impugnata dalla stessa casa di cura, che ha causato ingenti e insostenibili decurtazioni di fatturato e di conseguenza di pagamenti di prestazioni legittimamente erogate nel primo semestre del 2018. Questo non consente alla casa di cura di onorare gli impegni finanziari e pertanto saranno erogati solo acconti del 50 per cento di quanto dovuto mensilmente”.

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com