Italia

Oggi sciopero generale, stop alla precettazione

Dopo un lungo braccio di ferro, il ministro Lupi (Ncd) è stato costretto ad annullare la precettazione dei ferrovieri alla vigilia dello sciopero generale di Cgil e Uil. Ma la tensione resta e lo scontro non si placa. «No alla rassegnazione, no alle politiche del lavoro del governo che toglie diritti e certezze occupazionali». Con otto ore di sciopero generale del settore pubblico e di quello privato, oggi Cgil e Uil sfidano l’esecutivo Renzi nelle piazze e puntano a svuotare fabbriche, scuole e uffici. E a coinvolgere nelle 54 manifestazioni programmate in tutto il Paese anche disoccupati, precari e studenti, oltre ai pensionati in un’alleanza tra chi ha il lavoro e chi non ce l’ha o l’ha perso. L’obiettivo è cambiare il jobs act e la legge di stabilità, rimettendo al centro l’occupazione, le politiche industriali e dei settori produttivi in crisi, rilanciando i settori pubblici.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top