Cultura

Oggi la presentazione del libro “I 100 discorsi che hanno segnato la storia”

Appuntamento con la storia e ospiti d’eccezione oggi a Scontrone. Alle ore 18.00, presso la sala consiliare del Municipio, è in programma la presentazione del libro “I 100 discorsi che hanno segnato la storia”. Il volume, pubblicato da Editori Internazionali Riuniti, è un lavoro a quattro mani firmato da Gianluca Lioni, giornalista e collaboratore del Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, e dal luchese Michele Fina, attualmente consigliere d’amministrazione dell’Ispra e collaborare del Ministro della Giustizia Andrea Orlando.
Oltre ai due autori, saranno presenti Franco Gabrielli, Capo della Protezione Civile, Gianni Pittella, Presidente del Gruppo dei Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo, Luciano D’Alfonso, Presidente della Regione Abruzzo, e Massimo Adinolfi, giornalista e professore di Filosofia Teoretica. A fare gli onori di casa sarà il sindaco del caratteristico comune dell’Alto Sangro, Ileana Schipani.

SINTESI LIBRO

Ci sono personaggi che con le loro parole hanno segnato e cambiato la Storia. Dal Discorso di Varanasi, pietra miliare del buddismo, al Discorso della Montagna di Gesù di Nazareth, alle rivendicazioni di Ortensia nell’antica Roma alle conquiste di Lina Merlin nell’Italia del secolo scorso. Dall’abiura di Galileo di fronte agli inquisitori al “piccolo, grande” discorso di Neil Armstrong dallo spazio. Da Temistocle ad Alessandro Magno, da Maria Teresa d’Austria a Napoleone, l’eloquenza di condottieri, sovrani e strateghi che hanno mosso gli eserciti e mutato gli eventi. Dalla nostra Italia figlia di Garibaldi e Cavour al progetto di Schuman di un’Europa unita. Da Molotov che annuncia alla radio che la guerra è iniziata alle parole di resa di Hirohito in un Giappone annientato. Dall’idea di democrazia nell’Atene di Pericle a quella dell’America di Obama. E ancora, immancabili: il profetico I have a dream di Martin Luther King, il celeberrimo Ich bin ein Berliner di John Kennedy, il commovente discorso di suo fratello Robert sui limiti del Pil, il «due per cento» del pacifismo di Einstein, e poi Steve Jobs e il suo «Siate folli!», già motto di un’intera generazione.

Gianluca Lioni, classe 1981, nato a Sassari, vive tra Roma e La Maddalena. Giornalista, fa parte della Direzione nazionale del Pd. È stato responsabile Innovazione radiotelevisiva del Pd dal 2010 al 2013 e, in precedenza, responsabile nazionale Associazionismo e Terzo settore. Nel 2008 ha fatto parte del comitato promotore dei Giovani democratici. Dal 2005 al 2007 è stato vice-presidente dei Giovani della Margherita. Dal 2000 al 2003 ha diretto «la Sveglia», l’inserto giovani del quotidiano «Il Popolo».
Michele Fina, classe 1978, abruzzese. Fa parte del Cda dell’Ispra e collabora con il Ministro della Giustizia. È stato capo Segreteria del Ministro dell’Ambiente. Dal 2004 al 2010 è stato assessore alle Risorse naturali e alla Protezione civile della Provincia dell’Aquila. Dopo un lungo impegno nella Sinistra giovanile è stato eletto segretario provinciale del Pd dal 2007 al 2011 e, in seguito, si è occupato di Politiche del paesaggio nel Pd nazionale.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top