Italia

Oggi funerali del piccolo Loris. Veronica al marito: “Credimi”

Dopo il drammatico arresto della madre Veronica Panarello, accusata di omicidio e rinchiusa nel carcere di Catania, è l’ora del raccoglimento e del dolore per il piccolo Loris Stival, strangolato a otto anni e gettato in un canale di scolo a Santa Croce Camerina lo scorso 29 novembre, che oggi sarà ricordato da un intero paese. Per i funerali, che si terranno alle 15 nella chiesa di San Giovanni Battista, il comitato per l’ordine e la sicurezza, convocato dal prefetto di Ragusa, ha pianificato «specifici servizi». Prevedendo un elevato afflusso di persone, il Comune ha messo a disposizione delle transenne per delimitare l’area, mentre la stampa sarà sistemata in una zona a parte. In chiesa non ci sarà Veronica: nonostante la donna continui a chiedere di potere assistere ai funerali del figlio, il suo legale, l’avvocato Francesco Villardita, dopo averla incontrata in carcere, ha ribadito che non presenterà l’istanza per «motivi di opportunità». Dalla casa circondariale di Catania dov’è rinchiusa la donna ha scritto una lettera accorata al marito: «Caro Davide, sono amareggiata profondamente dal comportamento che hai avuto nei miei confronti: sono innocente, assolutamente innocente, ti prego di credermi. Io so che tu nel tuo cuore mi consideri innocente».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top