Cronaca e Giudiziaria

Oggi ad Avezzano un incontro per la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne

In occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, in qualità di Socio del Lions Club di Avezzano e di Officer Distrettuale Lions del Tema di Studio “La violenza contro le donne:combattiamo il silenzio”, si comunica che è stato organizzato per il giorno 25 novembre ore 19,30, insieme a SDS 360 Protection – settore difesa personale ASI ed il Maestro Alessandro Cavidossi, Movimento Forense di Avezzano, lo studio di psicologia Altea, l’ Associazione La Casa degli Angeli, il settore Difesa Personale FITAE-ITF ed il Pala Winner Team di Avezzano, un “Incontro teorico- pratico di difesa personale” presso la palestra Pala Winner Team di Avezzano, articolato in una una lezione pratico- dimostrativa del maestro Alessandro Cavidossi con il suo staff, preceduta dalle relazioni degli esperti in materia Avv. Marco Appetiti, Avv. Simona De Luca e Dott. Riccardo Cicchetti, che hanno anche contribuito all’organizzazione dell’evento come rappresentanti della associazioni sopra indicate, le quali stanno portando avanti un progetto ormai da tre/quattro anni sul tema.
Organizzano, infatti, corsi (gratuiti) di difesa personale per donne a L’ Aquila, Avezzano, Pescina, Celano, Sante Marie e altri centri.
Nei corsi si cerca di offrire le basi per una corretta gestione dello stress relativo all’ evento violento, cerchiamo di dare un supporto psicologico e legale a tutte le persone che provano la necessità di sentirsi più “protette” e, soprattutto, si cerca, in modo leggero, ma professionale di sensibilizzare verso una problematica che oramai è endemica della nostra società.

Negli incontri che teniamo gratuitamente l’ aspetto fisico rappresenta l’ apice di un percorso decisamente più ampio. Solitamente nelle palestre non si incontrano nè psicologi nè avvocati. In questo nostro progetto, invece, l’ aspetto legale, quello di sensibilizzazione e quello psicologico (dalla c.d. spirale della violenza in poi) hanno un ruolo centrale. Così come ha un ruolo centrale il mostrare come la violenza di genere, solitamente, si consuma in casa e non mentre si passeggia al parco e che tali episodi in un modo o nell’ altro sono sempre premeditati e programmati. Cerchiamo di mostrare come la vittima non sia un soggetto scelto a caso ma sia stata “puntata” ed “individuata” dall’ aggressore sia per le circostanze personali che di luogo e tempo.La parte fisica è finalizzata non solo a dare degli strumenti utili alla propria difesa ma anche e specialmente a mostrare che una difesa è possibile. Inoltre serve a “creare un gruppo” e dare fiducia, visto che i migliori alleati delle vittime di episodi di violenza sono persone con cui si è condiviso qualcosa.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top