Giudiziaria

Odio razziale… Un ultras? Estremista politico? No, una studentessa…

Una studentessa è finita davanti al giudice per avere offeso e aggredito una ragazza straniera. Episodi che stando al racconto della giovane pakistana sono avvenuti anche a scuola.

La vicenda è emersa durante un’udienza davanti al giudice di pace di Celano, Alberto Paolini. Il pubblico ministero Alessia Marchione ha contestato all’imputata l’aggravante dell’odio razziale. Le minacce e le aggressioni sarebbero cominciate nel 2006, quando la presunta vittima aveva 16 anni. Alcuni degli episodi, inoltre, sarebbero avvenuti all’Istituto tecnico industriale.

Il giudice di pace, vista la contestazione dell’odio razziale nei confronti dell’imputata fatta dal pm Alessia Marchione, ha deciso di dichiarare la propria incompetenza. Il processo riprenderà in tribunale. La pakistana è assistita dall’avvocato Lucio Cotturone, mentre la giovane imputata è difesa da Maria Luisa Catini.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top