Italia

Occupazione, speranza dopo un 2014 terribile

I segnali sono timidamente positivi, ma il saldo dell’economia e dell’occupazione per il 2014 che ci lasciamo alle spalle è da incubo. In base ai dati dell’Istat nella media del 2014 il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 12,7% in confronto al 12,1% di un anno prima e si tratta del livello più alto mai registrato dal 1977. Particolarmente pesante la situazione nel Mezzogiorno dove l’indicatore dei senza lavoro arriva addirittura al 20,7%. Pil come nel 2000. Nel 2014 il Pil ai prezzi di mercato è stato pari a 1.616.048 milioni ed è diminuito in volume dello 0,4%. Il Pil reale è stato inferiore al livello del 2000. Dal lato della domanda interna nel 2014 si registra, in termini di volume, una variazione nulla dei consumi finali nazionali e un calo del 3,3% degli investimenti fissi lordi. Per quel che riguarda i flussi con l’estero, le esportazioni di beni e servizi sono aumentate del 2,7% e le importazioni dell’1,8%. La domanda interna ha contribuito negativamente alla crescita del Pil per lo 0,6% mentre la domanda estera netta ha fornito un apporto positivo (0,3%).

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top