Italia

Nuove minacce all’Italia. Francia, espulsioni al via

Le minacce dello Stato islamico contro l’Italia, in prima linea nella crisi libica, si intensificano. Dopo la bandiera nera del Califfato “montata” sul Colosseo in una immagine pubblicata su Twitter sabato scorso, ieri un nuovo avvertimento è stato segnalato da “Site”, il sito che monitora le attività degli estremisti islamici. È un messaggio in cui uno jihadista mette in guardia Roma dall’entrare in guerra contro l’Is: in caso contrario, assicura, il Mediterraneo sarà «colorato dal sangue dei suoi cittadini» ed entreranno in azione “lupi solitari”. Per gli 007 italiani è l’ennesimo avvertimento in una vera e propria «guerra psicologica» che punta a seminare la paura in assenza, sottolinea l’intelligence, di notizie su specifici progetti di attacco. Una strategia di propaganda in cui rientra anche la costruzione di filmati raccapriccianti come quello che mostra la decapitazione in Libia di 21 egiziani copti, un video che, secondo esperti americani interpellati da Fox News, potrebbe essere falso o comunque manipolato: le immagini, comprese quelle della strage, che non viene comunque messa in dubbio, sarebbero state girate in studio, aggiungendo in un secondo momento lo sfondo con la spiaggia e il mare. Il ministro dell’Interno Angelino Alfano – che ieri ha incontrato al Viminale i rappresentanti delle Comunità islamiche – assicura che «il nostro stato d’allerta è notevolissimo e il controllo sugli arrivi efficiente».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top