Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Altri articoli

Nuova operazione antibracconaggio nella Marsica


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Come annunciato a seguito del rinvenimento del 1° novembre scorso di un esemplare di lupo morto in località “Vallone Tasseto” di Villavallelonga, sono riprese le perlustrazioni in varie località nell’area della Marsica per verificare la eventuale presenza di bocconi avvelenati. L’11 novembre sono stati trovati morti due cani e una volpe, mentre, nel corso della perlustrazione effettuata ieri martedì 12 novembre 2013 dalle Guardie del Parco e dagli Agenti del CTA/CFS con l’ausilio delle unità cinofile antiveleno del CTA/CFS del Parco del Gran Sasso-Laga, nella località “Pietrascritta” di Ortucchio, ricadente  nella Zona di Protezione Esterna del Parco, sono stati rinvenuti 5 bocconi avvelenati confezionati in modo inusuale  ma comunque letale, per qualsiasi specie animale protetta e non, che li avesse ingeriti.

Le perlustrazioni proseguiranno nei prossimi giorni, anche in altre zone, non potendo escludersi di tutto il rischio della presenza di altri bocconi.

Intanto proseguono le indagini per la individuazione dei responsabili della impressionante e gravissima sequela di avvelenamenti di cui è stata fatta oggetto, nei primi mesi dell’anno, la Zona della Valle Cervara di Villavallelonga. Non si escludono collegamenti tra le due vicende.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top