Attualità

“Non poteva guidare il Cam”, nuovi guai per Tedeschi

Avezzano – Nuovi guai per Gianfranco Tedeschi. L’ex amministratore delegato con funzioni direttive del Consorzio Acquedottistico Marsicano e Sindaco di Cerchio, infatti, rischia di dover risarcire lo stesso ente “per la sussistenza del danno erariale, alle pubbliche finanze, per essere stati corrisposti compensi in aperta violazione dei limiti di legge”. E’ quanto sostiene il Procuratore regionale della Corte dei Conti dell’Aquila, Maurizio Stanco. 

Come riportato dal quotidiano Il Messaggero, la vicenda contabile – sulla quale si attende il verdetto dei giudici – chiude una parentesi di indagine lunga e travagliata, aperta circa un anno fa con la visita delle Fiamme Gialle dell’Aquila negli uffici del Cam.

Ad attivare la macchina investigativa era stato lo stesso collegio di gestione del Cam che a sua volta aveva avanzato a Tedeschi la richiesta della restituzione delle somme introitate. Nel 2007, infatti, l’assemblea dei soci del Cam aveva deliberato di corrispondere a Tedeschi, in qualità di amministratore delegato, un compenso annuo di 84 mila euro lordi a partire dal 2008. nel febbraio del 2009 la stessa assemblea, all’unanimità, aveva confermato Tedeschi alla guida del Cam portando il compenso a 9 mila euro al mese.

Secondo l’Ato, in qualità di Sindaco di un comune socio del Cam, Tedeschi non avrebbe potuto ricoprire anche la carica di amministratore delegato.

Per questo motivo Tedeschi, che sosterrà la candidatura di Gabriele De Angelis nelle prossime elezioni amministrative di Avezzano, rischia di dover restituire all’ente 20 mila euro.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top