Attualità

“Non possiamo accogliere altri migranti”: i Sindaci marsicani dicono ‘NO’ allo Sprar

Avezzano – Arriva un secco  ‘no’ allo Sprar, la nuova normativa che prevede l’accoglienza di 2,5 migranti ogni mille abitanti. E’ quanto emerso dall’incontro tenutosi ieri nella sala consiliare di Avezzano nel corso del quale i Sindaci marsicani, accolti dal sindaco Giovanni Di Pangrazio, anche vicepresidente dell’Anci Abruzzo, si sono confrontati con il prefetto Giuseppe Linardi, e con il presidente dell’Anci regionale Luciano Lapenna.

L’adesione allo Sprar, come ricordato dal prefetto, ‘ è su base volontaria: ogni Comune , quindi, potrà decidere in maniera autonoma cosa fare”.

La prospettiva, però, non ha convinto nessuno dei Sindaci presenti che hanno spiegato la difficile situazione in cui versano i centri marsicani. “A Luco dei Marsi abbiamo 6 mila abitanti e 900 immigrati regolari – ha affermato il Sindaco Domenico Palma -, ci sono costantemente tensioni ed accoglierne altri vorrebbe dire creare nuove preoccupazioni: la stessa situazione caratterizza tutti i Comuni fucensi”.

L’assessore del Comune di Celano, Ezio Ciciotti, ha poi preso la parola spiegando che “il nostro comune aiuta già 640 famiglie, di cui una buona parte è formata da extracomunitari: non possiamo permetterci di intraprendere altre iniziative simili”.

“Tempo fa – ha dichiarato il Sindaco Quirino D’Orazio – a San Benedetto furono bruciate diverse auto: chiedemmo un intervento e per giorni ci furono controlli, poi più niente. Da allora il numero degli immigrati è aumentato di molto ed ho perso 8 dipendenti del comune che non posso riassumere”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top