Politica

«NO alla esclusione dai fondi UE!» esortano gli amministratori di Centro Destra della Marsica

Gli amministratori marsicani di Centro Destra dicono «NO!» con forza alla esclusione della Marsica dai fondi UE, dedicati alle aree di crisi e conosciuti come fondi ex articolo 87.3.c…
Dalla Sala consiliare del Comune di Magliano de’ Marsi, riuniti ieri pomeriggio alle 17, su invito dell’assessore al Bilancio Antonio Morgante, hanno chiesto alla Giunta regionale attuale, e in particolare all’assessore alle Attività produttive Giovanni Lolli, un impegno a correggere la delibera regionale con cui la Marsica è stata ingiustificatamente esclusa, ovvero a confezionare un pacchetto compensativo di pari valore a valere sugli altri fondi europei della programmazione 2014-2020.
Tra i presenti in sala e tra coloro che hanno inviato messaggi di sostegno, il sindaco padrone di casa, Gianfranco Iacoboni, con molti altri amministratori maglianesi, il sindaco di Tagliacozzo, Maurizio Di Marco Testa, quello di Oricola, Antonio Paraninfi, il capogruppo di FI al Comune di Avezzano, Mariano Santomaggio e tanti altri amministratori marsicani.
«Non ci pieghiamo a inutili e dannose lotte di campanile tra i territori della provincia de L’Aquila – ha dichiarato l’assessore Morgante – ma ci attendiamo azioni di equilibrio, senza furbesche sveltine, anche in considerazione di tutti i fondi che andranno a beneficio delle varie aree, compresi i 200 milioni dedicati alle attività produttive che sono previste dalle risorse della ricostruzione».
«Molti investitori sono pronti a venire da noi – ha sottolineato il sindaco di Carsoli Domenico D’Antoni – e quindi la disponibilità di risorse europee per facilitare gli investimenti saranno di capitale importanza per il futuro».
La Giunta regionale ha cancellato dalla mappa dei comuni beneficiari Avezzano, Magliano de’ Marsi, Sante Marie, Massa d’Albe, Oricola, Carsoli, Ovindoli e Pescina.
Gli altri amministratori del territorio, inoltre, hanno evidenziato che è un grave errore non considerare la Marsica tra le aree di crisi meritevoli di beneficiare dei fondi europei. Le piccole e medie imprese hanno bisogno di certezze e la disponibilità di risorse certe diverrà dirimente nei prossimi mesi, per superare la crisi.
Tutti hanno auspicato un impegno forte da parte dei consiglieri regionali marsicani, di maggioranza e di minoranza, nel sollevare nelle sedi opportune il problema e per dare risposte celeri e definitive alla scellerata decisione.
Se la Giunta D’Alfonso non dovesse correggere il tiro, gli amministratori si sono dati appuntamento a settembre per decidere le azioni più opportune, ivi compresa quella di organizzare momenti di sensibilizzazione più forti o tutele di altre natura, non esclusa quella giurisdizionale.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top