Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Italia

Nelle «Quirinarie» del M5S anche Bersani e Prodi


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Azione di disturbo. L’iniziativa per il voto del presidente della Repubblica messa in campo dal Movimento 5 Stelle, ha anche questa finalità come ammesso da uno dei suoi deputati più in vista. Alessandro Di Battista lo dice esplicitamente durante l’assemblea che ha partorito per il Quirinale la rosa di dieci nomi da sottoporre alla graticola della rete: «All’interno ci sia un uomo, purtroppo loro, come quello di Bersani che possa rompere il patto criminale del Nazareno». E poi Romano Prodi, da diverse settimane in cima alla lista per spaccare il Pd con la complicità di Civati uno dei pochi deputati che hanno risposto alla richiesta di Grillo e Casaleggio di fare dei nomi. Quello del professore lo fa anche Sandra Zampa, sua ex portavoce. Oggi dalle 9 alle 14 i militanti accreditati potranno dare la loro preferenza sul blog pescando dalla lista votata dai parlamentari riuniti a Montecitorio. La classifica non è stata diffusa per non influenzare il voto, ma la notizia che filtra è che Bersani sia molto in fondo, uno degli ultimi. Una novità questa, forzata dalla tattica con la comparsa dell’ex segretario del Pd ridicolizzato dai 5 stelle durante le consultazioni del 2013 e ora usato come testa d’ariete per scardinare l’accordo tra Renzi e Berlusconi. Grillo poi lo metteva alla berlina col soprannome “Gargamella”, personaggio dei puffi, mentre ora i suoi lo mettono in lista per la più alta carica dello Stato. La rete non apprezza e critica l’uscita dalla top ten di Stefano Rodotà, che la volta scorsa era stato il più votato dal blog. La base contesta i nomi dei politici e chiede ai suoi rappresentanti di guardare fuori.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top