Cronaca e Giudiziaria

Neanche in estate vanno in vacanza le follie sulla Roma-Pescara

“Che dire, ieri 16 luglio 2014, hanno veramente toccato il fondo a livello di incompetenza e gestione del problema.

Per far capire ai nostri illustrissimi politici, in copia, nostri paladini nella “guerra” con Trenitalia e Rfi, ieri sera, due treni affiancati in partenza, uno alle 18.33 per Pescara e l’altro alle 18.38 per Avezzano.

Dopo mezz’ora di fermo (ritardo) secondo voi quale dei due sarà partito prima? Bravi , è partito prima il locale per Avezzano, non solo, dopo cinque minuti ci vengono a dire che il treno per Pescara, non partirà, ma ne partirà un’ altro al binario a fianco appena rimediato altro materiale disponibile. Altra sosta prolungata ed altro ritardo accumulato. Ecco questo è il livello di gestione delle problematiche che si vengono a creare nella nostra linea. Incompetenza assoluta, e mancanza di rispetto per noi pendolari, assoluto menefreghismo e totale disinteresse.

Onorevoli politici, ma non credete che ormai siamo al limite, qui ci stiamo giocando il “nostro” sistema nervoso, per non parlare della nostra “fedina” perché è inevitabile che a qualcuno salti la “brocca”.

Alla fine della giornata uno vuole tornare a casa e non litigare con un’ altro lavoratore perché uno ha subiti un torto e l’ altro invece è stato costretto a farglielo subire, grazie ai suoi capi imbecilli, che non sanno gestire le situazioni di disagio.

Ripeto, politici, vi siete insediati, avete “occupato” la vostra poltrona, quando secondo voi è l’ ora di interessarvi dei nostri problemi? Avevate promesso di fare…fare…fare e fare, fino ad ora invece cosa avete fatto?”

Daniele Luciani

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top