Altri articoli

Movimento 9 dicembre, il coordinatore Zeoli visita il presidio marsicano

movimento 9 dicembre.2

Fermento ieri in Piazza Torlonia per l’arrivo del coordinatore del presidio di Termoli e diretto collaboratore di Calvani, Domenico Zeoli. «Bisogna cacciare la gente che ci ha rovinato», questo l’esordio di un discorso che ha immediatamente fatto presa sugli animi degli astanti suscitando applausi spontanei e grida di consenso. «Siamo lontani da tutti i partiti, siamo cittadini normali, siamo il popolo italiano che sta manifestando un disagio» ha continuato Zeoli il quale, in risposta alle illazioni della stampa nazionale intenta a sottolineare il lato distruttivo del movimento, ha assicurato un dopo protesta lontano dall’anarchia. «La soluzione non arriverà né oggi né domani, ma proposte ne abbiamo» ha, infatti, asserito il coordinatore convinto che la ricostruzione dell’Italia debba basarsi sui principi fondanti della nostra Costituzione: sovranità del popolo ed esercizio della democrazia.

Parole di gratitudine sono state espresse nei confronti delle forze dell’ordine pubblicamente ringraziate da Zeoli che ha, con fermezza, preso le distanze dagli episodi di violenza verificatisi nei giorni passati e, ne è convinto il coordinatore, passate alla ribalta della cronaca al solo scopo di denigrare il movimento.

Spostando il discorso sull’imminente manifestazione romana, si è quindi ribadita la necessità di una massiccia partecipazione al fine di testimoniare la forza di un movimento che, come ha dichiarato Zeoli, può contare sull’appoggio di otto italiani su dieci avvalendosi anche della solidarietà di coloro che nelle proprie case sono vicine ai manifestanti attivi.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top