Giudiziaria

Morte Roberto Raffaele, eseguiti gli esami

Il medico legale Cristian D’Ovidio ha eseguito ieri pomeriggio l’autopsia sul corpo del povero Roberto Raffaele disposta dalla Procura. A presentare una denuncia cautelativa per sollecitare l’esame, i cui risultati chiariranno le cause della morte, è stata la compagna Rinalda Zaccari.

La donna, insieme al cugino del 43enne, Giuseppe Raffaele, ha presentato la querela, tramite i propri avvocati di fiducia, Carla D’Anastasio e Alessandra Sucapane.

Oltre a D’Ovidio, incaricato dal pm Guido Cocco, ha partecipato all’esame anche un consulente di parte, arrivato da Roma, il dottor Stefano Moriani. Solo con i risultati dell’esame si potrà stabilire se la morte di Raffaele possa essere ricondotta a un’errata o ritardata diagnosi da parte dei medici. Intanto ieri, in ospedale, sono giunti anche altri parenti da Roma, accompagnati da un altro avvocato. Due zii residenti a Gioia, invece, si sono rivolti all’avvocato Callisto Terra.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top