Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Cronaca e Giudiziaria

Morte neonata ad Avezzano, tre medici a giudizio e 2 milioni di risarcimento


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Con l’accusa di omicidio colposo tre medici dell’ospedale di Avezzano – , Giuseppe Ruggeri, Nando Di Renzo e Gabriella Bottone – sono stati rinviati a giudizio dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di L’Aquila per la morte di una neonata, avvenuta all’ospedale di Avezzano nel 2010. I medici di neonatologia e pediatria, rappresentati in giudizio dagli avvocati Mario Flammini, Franco Colucci ed Antonio Milo, avevano posto la piccola, di appena 48 ore di vita, in un’incubatrice per difficoltà respiratorie. In seguito al peggiorare delle condizioni della neonata, i tre hanno deciso di trasferirla a Chieti, dove però la bambina è morta per un collasso cardiaco provocato da deficit di ossigeno nel sangue. Secondo la procura, rappresentata dal pubblico ministero Vincenzo Barbieri, il trasferimento doveva essere effettuato prima. Le parti civili, costituite in giudizio dagli avvocati Leonardo ed Andrea Rosa e Callisto e Berardino Terra, hanno anche intentato una causa civile contro la Asl davanti ai giudici del tribunale di L’Aquila, ai quali hanno chiesto un risarcimento di 2 milioni di euro. Il processo penale si aprirà il 9 maggio 2017.

 

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top