Cronaca e Giudiziaria

Morte del ciclista, aperta un’inchiesta. Polemiche su mancata custodia degli animali e carenze controlli

Avezzano. Morte di Cesidio Innocenzi, aperta un’inchiesta. Si procede contro ignoti, al momento, in relazione alla morte di Cesidio Innocenzi, l’avezzanese di cinquantaquattro anni deceduto dopo essere rimasto coinvolto in un incidente con una mucca, avvenuto il 24 maggio tra Capistrello e Castellafiume. L’uomo era in sella alla sua bicicletta quando, all’improvviso, si era trovato dinanzi il grosso bovino. Nell’urto, violentissimo, il ciclista era stato scaraventato sull’asfalto e aveva riportato gravi ferite. Immediatamente soccorso, era stato trasportato all’ospedale San Salvatore dell’Aquila, dove aveva subito degli interventi. Le sue condizioni erano apparse subito gravi, ma fino all’ultimo si è sperato si potesse scongiurare il tragico epilogo. Nella giornata di ieri però le sue condizioni sono andate via via peggiorando, fino al decesso, avvenuto nelle prime ore del pomeriggio. Molti i messaggi di cordoglio apparsi sui social, in cui si ricorda la figura di Cesidio Innocenzi, originario di Celano, appassionato ciclista e socio dell’MTB Avezzano, ma molte anche le critiche circa la mancata vigilanza sugli animali e la carenza di controlli e sanzioni connessi. Gli inquirenti lavorano per rintracciare il proprietario del bovino lasciato incustodito: un grave e concreto rischio, quello degli animali vaganti sulle strade marsicane, più volte segnalato.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top