Cronaca e Giudiziaria

Mons. D’Ercole lascia L’Aquila, sarà vescovo nel Molise

Si appresta a lasciare molto presto l’arcidiocesi de L’Aquila – dove era arrivato il 14 novembre 2009 come vescovo ausiliare – per assumere l’incarico di vescovo della diocesi molisana di Isernia-Venafro, sede vescovile suffraganea di quella metropolitana di Campobasso-Bojano.

Monsignor Giovanni D’Ercole, vicario generale dell’arcidiocesi aquilana, sta dunque per concludere la sua esperienza in città, passata attraverso una vicenda giudiziaria che lo ha visto uscire assolto (in primo grado e in appello) dall’accusa di rivelazione di segreti inerenti a un procedimento penale, quello della tentata truffa che ha coinvolto i vertici della Fondazione Abruzzo solidarietà e sviluppo vicina alla Curia arcivescovile. D’Ercole – vescovo titolare della soppressa diocesi di Dusa di Numidia – è originario di Rendinara di Morino, dov’è nato 67 anni fa. Ordinato presbitero il 5 ottobre 1974, è stato consacrato vescovo il 12 dicembre 2009 dal cardinale Tarcisio Bertone nel corso di una solenne cerimonia nella patriarcale basilica vaticana di San Pietro.

La nomina a vescovo di Isernia (diocesi attualmente retta da un amministratore apostolico, Salvatore Visco, presule isernino dal 2007 e dal 2013 promosso arcivescovo di Capua), è questione di ore. Tra l’altro, la Chiesa molisana si appresta a ricevere la visita del Santo Padre Francesco che il 5 luglio sarà prima a Campobasso e poi a Isernia per una visita ufficiale. Dunque potrebbe essere proprio D’Ercole ad accogliere il pontefice.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top