Altri articoli

Micron: inaccettabile l’atteggiamento aziendale, bisogna continuare il confronto

Nell’incontro tenutosi ieri presso il Ministero dello Sviluppo Economico con i rappresentanti di la MicronTechnology, la multinazionale americana dei semiconduttori, hanno confermato la procedura di mobilità per 419 lavoratori dei siti italiani.

Per Nicola Alberta coordinatore nazionale Fim Cisl della microelettronica: l’atteggiamento di Micron è irresponsabile e inaccettabile. Micron si sottrae alle sue responsabilità verso lavoratori e il nostro Paese.

I suoi rappresentanti hanno rigettato tutte le richieste che le organizzazioni sindacali il Ministero e tutte le istituzioni presenti, hanno avanzato per far ritirare la mobilità e avviare un confronto, per trovare una soluzione che traguardi il rilancio e la presenza in Italia.

E’ bene ricordare, che stiamo parlando di un’azienda che non è in crisi e un settore in piena espansione, evidentemente per Micron è strategico più l’aspetto finanziario che quello industriale.

Per noi questo è inaccettabile, nei prossimi giorni abbiamo previsto una mobilitazione in tutti i siti presenti in Italia con 8 ore di sciopero, decideremo con quale modalità.

L’obiettivo resta quello di continuare il confronto e convincere l’azienda a rivedere la propria strategia industriale per Italia.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top