Politica

Mazzocchi e Tonelli (Ncd) commentano la nomina di Cipolloni e Di Fabio

“La nomina di Antonio di Fabio ad assessore, eletto all’opposizione nella lista di centrodestra denominata ‘Con Italo per Avezzano’ e di Lino Cipolloni, merita più di una riflessione che i cittadini hanno il dovere di conoscere”. Lo dichiarano Felicia Mazzocchi, consigliere provinciale Ncd, e Claudio Tonelli, consigliere comunale Ncd. “Con questa nomina – spiegano i consiglieri – il sindaco Giovanni Di Pangrazio ha stabilito altri record negativi. Innanzitutto la nomina di un componente dell’opposizione ad assessore, con la sostituzione di Francesco Paciotti eletto nelle liste della maggioranza, sostituito “per motivi di lavoro”: all’interno del comune tutti sanno che Paciotti aveva queste dimissioni già pronte da tempo (per sua volontà?), ma giustificarle per motivi di lavoro fa sorridere. Se Paciotti, per seguire specifiche deleghe non aveva tempo perché responsabile di un ufficio della provincia, cosa avrebbe dovuto fare Di Pangrazio che oltre ad essere direttore speciale della provincia è anche docente universitario, presidente del consiglio di sorveglianza del Cam e via dicendo?

Sia Di Fabio che Cipolloni – aggiungono Mazzocchi e Tonelli – sono stati tra i promotori di incontri per costruire un’alternativa a Di Pangrazio, esprimendo commenti politici negativi sull’operato di questa amministrazione. I cittadini quindi possono farsi una chiara idea su cosa li abbia portati ad assumere una così repentina decisione, che non può essere programmatica vista la breve scadenza di mandato e la mancata realizzazione del programma stesso. Il fatto poi che Di Pangrazio abbia fatto ‘campagna acquisti’ tra la minoranza in cambio di un assessorato è la rappresentazione del suo fallimento politico e della scarsa fiducia che ripone nella sua maggioranza. In Consiglio Comunale Cipolloni ha dichiarato di essere passato con il partito di Lorenzo Cesa, segretario dell’Udc non di Area Popolare, quindi trovino pure spazio nel gruppo Udc già presente in Consiglio Comunale, in quanto questa lista ad Avezzano ha già sostenuto alle passate elezioni Di Pangrazio e la sinistra ad Avezzano.

Auguriamo quindi a Lino Cipollone, Antonio Di Fabio e Giuseppe Petracca, eletti nel centrodestra a sostegno di Italo Cipollone e passati con l’Udc a sinistra, un buon lavoro seppur breve, vista la scadenza, al fianco di Di Pangrazio e della sua ‘inaffidabile’ maggioranza, peraltro silente. Noi non faremo mai parte di un sistema politico – concludono i consiglieri – che vorrebbe costruire il sindaco, che politicamente sembra più vicino a quello sovietico di leniniana memoria dove, nei paesi occidentali, coloro che simpatizzavano con quel sistema comunista venivano nel gergo politico definiti ‘utili idioti’, persone che pensavano di essere alleati dei comunisti, in realtà erano da questi ultimi tenuti in scarsa considerazione e sfruttati cinicamente”.

ARTICOLO PRECEDENTE: http://marsicanews.com/di-pangrazio-rimpasta-la-maggioranza-a-di-fabio-la-delega-ai-lavori-pubblici/

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top