Giudiziaria

Mazzette al doganiere, l’accusato si difende

«Mai fatto una cosa del genere prima d’ora, sono sempre stato un funzionario rigoroso e integerrimo in tanti anni di servizio».

A parlare è Rocco D’Angelo, il funzionario dell’Agenzia delle dogane e monopoli di Avezzano, arrestato con l’accusa di concussione per aver chiesto una mazzetta di 500 euro a un imprenditore agricolo invece di fargli la multa di 8.000 euro.

Si trova agli arresti domiciliari nella sua abitazione di Luco. Peraltro il giudice per le indagini preliminari, Maria Proia, ha convalidato l’arresto confermando però la misura restrittiva dei domiciliari.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top