Altri articoli

Maxi blitz, molti arresti per droga tra Avezzano, Luco e Trasacco

 

Ennesimo maxi arresto per droga. Questa notte le forze dell’ordine hanno dato il via alla maxi operazione denominata “Lucus Angitiae” (o Angizia, dal nome dell’omonima dea sorella della maga Circe, ovvero il sito archeologico sito nei pressi di Luco dei Marsi), nell’ampia area che si estende tra Avezzano, Luco dei Marsi e Trasacco.

Non si hanno ancora elementi certi, ma le prossime ore faranno chiarezza sul numero di ordini di custodia cautelare e sugli altri provvedimenti attuati dalle forze dell’ordine

Sequestrate, invece, svariate dosi di sostanze stupefacenti e molto denaro, probabile guadagno del traffico e dello spaccio. Molte, inoltre, le perquisizioni effettuate in diverse abitazioni private e posto sotto sequestro il “Bar Pasticceria Angizia”, ubicato su via Duca degli Abruzzi a Luco Dei Marsi, gestito da una coppia di coniugi originari di Ortucchio.

La Procura di Avezzano, nella persona del pubblico ministero Guido Cocco, sta portando avanti le indagini.

Tra le persone coinvolte nel blitz, c’è Ettalhaouy El Mati, 37 anni e Yatimenabi Said, 36 anni. Per il primo è stata decisa la misura cautelare del divieto di dimora in tutti i comuni della provincia de L’Aquila. Per il secondo, invece, è stata disposta la custodia in carcere. I due uomini sono difesi dagli avvocati Gianluca e Pasquale Motta.

1 Comment

1 Comment

  1. P.U.L.

    29 dicembre 2013 at 15:33

    Ma stiamo scherzando…questi poveretti vengono in Italia per lavorare e per integrarsi nel nostro tessuto sociale, rimettiamoli subito in libertà e diamogli la possibilità di essere reinseriti in modo corretto, la colpa è dei Marsicani che a forza di dosi sono diventati tutti tossicodipendenti, d’altronde la densità a mq di marocchini puscer è 10 volte superiore a quella dei puscer nostrani.(sempre che esistano ancora…)
    Ma nn ci preoccupiamo troppo tanto ad Avezzano ci sono i ns. Giudici che sanno come comportarsi e premiare le incomiabili operazioni delle forze dell’ordine..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top