Italia

Mattarella: In Italia bisogno di legalità e giustizia rapida

«I magistrati? Né burocrati né protagonisti. L’Italia vuole legalità ed efficienza». Per la sua prima uscita da Roma come presidente della Repubblica, Sergio Mattarella sceglie l’inaugurazione dei corsi della Scuola Superiore della Magistratura a Scandicci. E, come accade ogni giorno per milioni di pendolari, il capo dello Stato decide di spostarsi con la formula treno più tram. Così, raggiunge Firenze a bordo di un FecciArgento e poi usa la modernissima tramvia ecosostenibile per recarsi nel luogo del convegno. E, davanti al ministro della Giustizia, Andrea Orlando, al vicepresidente del Csm, Giovani Legnini, e al presidente del Senato, Pietro Grasso, il capo dello Stato insiste sulla domanda di legalità che arriva dai cittadini e invita i magistrati a fare tutto il possibile per rendere più efficienti i propri uffici. Ma non solo. Nel suo primo discorso pubblico, Mattarella ricorda che i giudici non devono essere né protagonisti né burocrati e, parlando dell’amministrazione della giustizia, sottolinea la necessità di velocizzare i tempi di intervento. «Anche la magistratura deve darsi delle strategie organizzative volte al recupero di efficienza. Un recupero necessario per rispondere efficacemente al bisogno di legalità fortemente avvertito nel Paese» puntualizza il capo dello Stato, che insiste sulla necessità di velocizzare i tempi dei processi.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top