Giudiziaria

Massaggi hard, cinese patteggia

Era stata arrestata, insieme ad altri tre connazionali, con l’accusa di aver aperto case d’appuntamento celate dietro centri per massaggi. Ieri Lin Fenfen, 26 anni, ha patteggiato un anno di reclusione (pena sospesa). La vicenda risale a poco più di un anno fa quando la squadra Mobile mise fine alla fiorente attività svolta in tre finti centri massaggi, due all’Aquila – rispettivamente in via Salaria Antica Est e in via Montorio al Vomano – e il terzo a Cappelle dei Marsi. Un’operazione che portò all’arresto di quattro cinesi, tra cui appunto Lin Fenfen, e al sequestro delle tre strutture dove, secondo gli inquirenti, ai clienti venivano offerte prestazioni sessuali a pagamento.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top