Politica

Marsica: la Politica resta basita, si interpella D’Alfonso

Dal presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, alla senatrice Pezzopane: la politica, di fronte alla calamità naturale che ha messo a soqquadro la zona Marsica, resta di stucco ma non resta con le mani in mano.  “Dalle parole bisogna passare ai fatti,  – afferma a gran voce Di Pangrazio – è necessaria un’attenzione massima per quanto riguarda la Valle Roveto e il Fucino, dove la situazione del dissesto idrogeologico è particolarmente delicata e complessa a causa della presenza di numerosi corsi d’acqua sotterranei, che confluiscono nel fiume Liri, aumentandone pericolosamente la portata e di conseguenza il rischio di esondazioni”.

foto 2 (3)A dirlo è il Presidente del Consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio, che si rivolge al Presidente della Regione Luciano D’Alfonso affinché venga attivata immediatamente la richiesta al Governo nazionale per il riconoscimento dello stato di calamità naturale.

Il Presidente Di Pangrazio è da questa mattina nella zona insieme al Vice Presidente della Giunta regionale Giovanni Lolli e i tecnici della Regione, della Protezione civile e del Genio civile dell’Aquila.

 

 

 

 

“Nel corso dell’incontro con i sindaci di Canistro, Civitella Roveto, San Vincenzo Valle Roveto, Balsorano, Morino, Capistrello e Avezzano – ha aggiunto Di Pangrazio – abbiamo potuto fare una prima stima dei danni e delle urgenze, dando disposizione per riaprire alcune strade rimaste interrotte”.

Gli fa eco la senatrice Pezzopane: “Una tragedia terribile. Il bilancio del maltempo nelle zone della Valle Roveto e della Marsica e’ stato pesantissimo. E’ costato due vite umane, quelle di Adonia Sabatini e Giovanni Tolli, morti mentre cercavano di mettere in salvo le loro abitazioni dalla furia delle acque. Una notizia davvero dolorosa. Rivolgo ai familiari delle vittime il mio cordoglio e la mia vicinanza, cosi’ come esprimo la mia solidarieta’ e il mio sostegno all’intera popolazione colpita da questa tragedia”.

PEZZOPANE: “LA REAZIONE DELLA POPOLAZIONE E’ STATA AMMIREVOLE” – Lo dice la senatrice del Pd, eletta in Abruzzo. “Sono ingenti – prosegue Stefania Pezzopane – anche i danni provocati alla popolazione, alle abitazioni, all’agricoltura e alle attivita’ produttive. Mi sono immediatamente attivata per sostenere la richiesta urgente dello stato di calamita’ nazionale. In queste ore – aggiunge la Pezzopane – sono in costante contatto con il ministero dell’Economia e con il sottosegretario De Micheli, con il presidente della Regione Abruzzo D’Alfonso e il vice presidente Giovanni Lolli, con i consiglieri regionali del territorio che stanno lavorando per fare una prima stima dei danni, con i sindaci della Valle Roveto e della Marsica colpiti dal maltempo e anche con alcuni colleghi senatori dell’alto Lazio, altra regione colpita, per attivare tutti gli strumenti d’intervento necessari, compresa la possibilità di inserire nella prossima legge di Stabilità le misure di sostegno necessarie. La reazione della popolazione è stata ammirevole – conclude la senatrice – Tutti si sono messi al lavoro, per essere di supporto ai volontari e per ripristinare quanto prima una situazione di normalità. Anche nella ennesima tragedia si dà prova di grande umanità e solidarietà”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top