Connect with us

Senza categoria

Manifestazione contro il fenomeno del caporalato e dello sfruttamento

Pubblicato

on

Abruzzo. Ieri a Foggia si è svolta una manifestazione nazionale per rivendicare il lavoro regolare in agricoltura. Una delegazione della CISL e della FAI Cisl AbruzzoMolise, composta dal  Segretario Generale della Cisl Leo Malandra  e dalla Segretaria Confederale Maria Pallotta,   insieme a Franco Pescara Segretario Generale della  Fai Cisl abruzzese e molisana, e Raffaele De Simone, Segretario Fai, hanno partecipato alla protesta per dire basta al fenomeno del caporalato e dello sfruttamento.

Al corteo erano presenti il Segretario Nazionale  CISL Andrea Cuccello, la responsabile nazionale per le Politiche migratorie Liliana Ocmin e la segreteria nazionale FAI CISL Raffaella Bonauguro

La Fai ha avviato da mesi la campagna SOS Caporalato 800.199.100, numero verde dove denunciare sfruttamento da lavoro agricolo, così come invitiamo le aziende sane a sottoscrivere i contratto provinciali fermi da troppi anni in molte province.

L’introduzione o meglio reintroduzione dei voucher in agricoltura non vanno verso il lavoro sano in questo settore.

Troppi infortuni molto spesso mortali,  manodopera sottopagata e altri tipi di sfruttamento non fanno della nostra nazione un paese adeguato con o tempi. Il rispetto dei lavoratori a prescindere dalla nazionalità va garantito e tutelato.

Vanno rafforzate le iniziative avviate nelle nostre regioni le quali devono avere maggior continuità e denunciare le carenze di tutele contrattuali.

Le presenze di oggi a Foggia devono avere la spinta necessaria a costruire il giusto e buono lavoro, ma vanno additati è condannati chi non è in linea con la regolarità retributiva, contributiva e rispetto delle regole del lavoro.

Senza categoria

Mercato, ecco la proposta degli ambulanti al sindaco: in centro e in sicurezza [MAPPA]

Pubblicato

on

Avezzano – Dopo un mese di contestazioni gli ambulanti hanno fatto recapitare al sindaco, Gabriele De Angelis, la loro proposta di mercato. La nuova planimetria redatta dagli ambulanti con l’ausilio di tecnici ed esperti è stata protocollata ieri mattina presso l’ufficio competente del comune di Avezzano e prima dell’inizio del contestatissimo consiglio comunale straordinario in programma per ieri pomeriggio e terminato solo in serata tra tensioni, disordini e un nulla di fatto [Leggi qui]. Quello che gli ambulanti hanno proposto all’amministrazione De Angelis è un mercato centrale, ma con una disposizione rivisitata in funzione delle misure di sicurezza imposte dal decreto Gabrielli. Le stesse per mezzo della quali il sindaco ha optato per lo spostamento a nord.

La proposta prevede che il tradizionale mercato del sabato mattina si svolga lungo quatto strade: via Anna Maria Torlonia (dall’incrocio con via Corradini a quello con via XXIV Maggio), via Mazzini (dall’incrocio con via Monte Velino a quello di via Via XXIV Maggio), via XXIV Maggio (dall’incrocio con Via Mazzini a quello con via Roma), via B. Jatosti (dall’incrocio con piazza Torlonia a quello con via XX Settebre) e piazza Municipio. La peculiarità della nuova proposta sta nel fatto che gli stalli (rettangoli arancioni) saranno disposti su un unico lato delle quattro strade ad eccezione di piazza Municipio in cui sono state previste tre file da quattro. Inoltre ci saranno degli spazi vuoti in corrispondenza delle traverse che intersecano via Mazzini, via Anna Maria Torlonia e via XXIV Maggio per consentire l’eventuale transito ai mezzi di soccorso in caso di emergenza. Le frecce rosse indicano la possibilità di passaggio in un unico senso di marcia, le doppie frecce rosse indicano il transito nel doppio senso di marcia, mentre le frecce blu rappresentano il traffico veicolare. fdm

Continua a leggere

Senza categoria

Tensioni, disordini e contestazioni durante il consiglio comunale sul mercato, interviene la polizia locale

Pubblicato

on

Avezzano – E’ stato un consiglio comunale affollato e carico di tensioni quello che si è svolto in serata al comune di Avezzano. L’assise civica è stata convocata in seduta straordinaria, su richiesta dei consiglieri di opposizione, per discutere l’annosa questione dello spostamento del mercato. La sala era gremita di ambulanti e al momento del voto finale sono scoppiati i disordini. Maggioranza e opposizione sono rimaste ferme ognuna sulle proprie convinzioni: la prima ha ribadito lo spostamento a nord, mentre la seconda ha cercato di mediare affinché il mercato possa restare in centro. Alla fine della seduta gli ambulanti insorti hanno abbandonato l’aula infuriati mentre i consiglieri sono stati scortati fuori da palazzo di città dagli agenti della polizia locale intervenuti sin dall’inizio del consiglio. Tensioni e contestazioni non sono mancate anche fuori l’edificio. In più occasioni gli agenti, guidati da Luca Montanari, hanno dovuto ripristinare l’ordine pubblico tra gli intervenuti.

Continua a leggere

Senza categoria

Giovane 22enne marsicano trovato morto nel bosco, indagini in corso

Pubblicato

on

Balsorano – Il corpo senza vita di un ventiduenne residente a Balsorano è stato trovato dai carabinieri forestali nel pomeriggio di oggi in un bosco della Valle Roveto. Il giovane si era allontanato ieri pomeriggio dalla sua abitazione con in braccio il fucile per andare a caccia e da lì si erano perse le tracce. Sono in corso indagini per capire se il decesso sia avvenuto a seguito ad un incidente oppure per un gesto estremo.

Continua a leggere

Rugby

Rugby, L’Avezzano perde all’ultimo minuto. Vittoria per la 16 e la 18

Pubblicato

on

Avezzano – Vittoria sfumata all’ultimo secondo per L’Avezzano rugby che perde in casa, 17 a 21 contro i campani dell’Afragola. “Orgoglioso della prestazione dei nostri ragazzi che hanno lottato come leoni ed onorato la maglia – ha dichiarato a margine del match il presidente giallonero, Alessandro Serittipurtroppo la vittoria è sfumata all’ultima azione ma sono certo che con questo atteggiamento ci toglieremo grandi soddisfazioni”. I marsicani, infatti, guidati da Pierpaolo Rotilio, sono stati in vantaggio controllando il risultato per tutto il corso della gara caratterizzata dalla netta superiorità in mischia evidenziata dalle due mete tecniche assegnate. “ Sapevamo che l’inizio del campionato sarebbe stato duro incontrando due candidate alla vittoria finale – ha continuato Seritti – da domenica prossima bisogna cambiare marcia; un plauso ai tanti tifosi intervenuti sugli spalti, era tempo che non si vedeva uno stadio così gremito”.  

“Perdere all’ ultimo minuto di gioco fa sempre male – ha sostenuto il tecnico Pierpaolo Rotilio – soprattutto alla luce di una buona prestazione della squadra, purtroppo il fischio finale ci ricorda che le partite sono il frutto del lavoro e dei sacrifici che si fanno durante gli allenamenti – ha specificato –  e in questo i nostri avversari ci hanno insegnato che la domenica non si inventa niente e che il lavoro premia. ” Resta una bella prova di carattere di tutta la squadra, a cui faccio i complimenti, e un punto in classifica che sicuramente sarà determinante nel prosieguo del campionato, ma il percorso è ancora lungo – ha ribadito  –  e ci sono tanti aspetti organizzativi che ancora non riusciamo ad affrontare, soprattutto nel reparto trequarti; la nota positiva – ha concluso Rotilio –  è che la nostra idea di gioco inizia a vedersi, e sta aumentando la consapevolezza, soprattutto per chi si allena più assiduamente”. Vittoria, invece, per l’under 16 e l’under 18 che rispettivamente hanno battuto il Paganica la primavera rugby.Da evidenziare, infine, l’iniziativa volta a nominare il migliore in campo della giornata tra i 44 atleti gialloneri impegnati nelle gare casalinghe: questa settimana il man of the match Birra del Borgo è stata la prima linea il Simone Lanciotti.

Continua a leggere

Senza categoria

Cervo ucciso a Capistrello: sequestrati licenze, armi e munizioni a sette cacciatori

Pubblicato

on

Capistrello – E’ stato deferito all’Autorità Giudiziaria per caccia illecita il cacciatore responsabile dell’uccisione di un esemplare di cervo a Capistrello. Per le altre sette persone è scattato il divieto di detenzione delle armi e munizioni poiché i soggetti sapevano della caccia illegale e non hanno denunciato il reato all’Autorità preposta al controllo. I Carabinieri Forestale di Canistro hanno acquisito 39 (trentanove) fucili, 4 (quattro) pistole, 264 (duecentosessantaquattro) munizioni a palla unica e hanno ritirato 7 (sette) libretti personali per licenza di porto di fucile a Q.O. di anni 43, F.O. di anni 51, S.D.P. di anni 20, E.C. di anni 22, M.S. di anni 30, D.S. di anni 53 e N.S. di anni 61, perché il loro comportamento è stato ritenuto non appropriato a garantire il non abuso delle armi, ai sensi dell’art.39 del Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza.

Nei giorni scorsi, i Carabinieri Forestale di Canistro (AQ), congiuntamente a Carabinieri Forestale di Balsorano, Calano e Tagliacozzo, hanno effettuato controlli sull’attività venatoria e hanno identificato diverse persone che si trovavano nella zona antistante un manufatto adibito a “casa di caccia”, nel Comune di Capistrello (AQ), nei pressi del quale erano visibili numerose tracce di sangue e al cui interno vi era un animale scuoiato di grossa taglia, che si è scoperto essere un cervo di circa quattro anni ucciso durante una battuta di caccia.

Continua a leggere

Senza categoria

La Olicar lascia Avezzano, Tangredi: lavoratori ancora senza stipendi, contributi e tfr

Pubblicato

on

Avezzano – Antonello Tangredi, di FIM-CISL Abruzzo e Molise, interviene sulla vicenda della Olicar, la società di di Brà (Cuneo), responsabile della manutenzione dei quattro principali ospedali della provincia dell’Aquila, compreso il polo di Avezzano. “E’ stata una storia che ha dell’assurdo, quella che ha visto contrapposta la forza spudorata di una ex Società per Azioni, la Olicar, appunto e, i lavoratori assistiti dalla FIM-CISL – dichiara Tangredi in una nota – Arrivò nella nostra Provincia a gennaio del 2013, dopo aver vinto una gara d’appalto pubblica, per la manutenzione elettrica – termoidraulica ecc., con il ribasso di oltre il 30%, rispetto alla delibera della ASL della fine del 2011; aggiudicazione che avrebbe dovuto far accendere i riflettori da parte della Direzione Generale ASL, su come fosse possibile ciò ma, stando ai fatti di “oggi”, la ASL, se ne guardò bene dal farlo. In luogo del contratto dei metalmeccanici, la Olicar, impose quello del Multiservizi meno oneroso per le ditte e più povero per le tasche dei lavoratori. La resistenza dei lavoratori al cambiamento del c.c.n.l., durò una giornata, il tempo di far arrivare ad Avezzano altrettanti lavoratori da Roma e noi, li, a trovare le soluzioni per dire si o no al ricatto della Olicar. Alla fine i lavoratori vestirono la tuta della Olicar e iniziarono il calvario, con la chiara promessa che, “prima o poi gliel’avrebbero fatta pagare !” – sottolinea Tangredi – Dopo pochi mesi di pagamenti puntuali, arrivarono i primi intoppi sulle retribuzioni e, di li a poco, i primi incontri in Prefettura per affrontare le questioni nodali dell’appalto, non rispettato dalla Olicar: dagli stipendi non pagati alla sicurezza nei luoghi di lavoro ecc., fino ad arrivare a cambiare (a marzo 2017) la ragione societaria, da S.p.A. a Gestione s.r.l., perché nel frattempo, la S.p.A., acquisita dalla ManitalIdea S.p.A., aveva provveduto a chiedere un concordato preventivo in bianco al Tribunale di Asti. Insomma – continua Tangredi – un’odissea che, un centinaio di lavoratori dislocati nei 4 ospedali pubblici più grandi della Nostra Provincia, hanno subìto con lo sguardo poco vigile della Direzione Generale della ASL che avrebbe dovuto vigilare obbligatoriamente anche senza le denunce alla Procura di Avezzano, presentate dalla FIM-CISL. Un appalto che vale oltre 6 milioni di euro e tante, tante vertenze aperte contro la Olicar dalla FIM-CISL, fino ad arrivare a far sequestrare parte considerevole di cose, aree e documenti, da parte dei Carabinieri del Corpo Forestale dello Stato. Il 30.09.18 la Olicar ha tolto le “ancore” cacciata dalla ragione dei lavoratori sostenuti dalla FIM-CISL che li sta seguendo ancora per il recupero della retribuzione di settembre, dei buoni pasto, delle differenze retributive/contributive, del T.F.R. ecc. Il 1° ottobre, dunque, si è aperta una fase nuova, con altre ditte che, almeno dai curriculum, sembrano diverse e, assolutamente metalmeccaniche. La FIM-CISL – conclude la nota – farà del suo meglio per continuare ad accompagnare il futuro di questi onesti lavoratori, senza dimenticare che ha già predisposto una lettera indirizzata alla Direzione Generale della ASL, per invitarla, laddove possibile, a non pagare le fatture pregresse alla Olicar, proprio perché, le vertenze di lavoro aperte, potrebbero, con Decreto autorizzativo del Giudice, innescare il pignoramento presso terzi, delle somme mal tolte ai lavoratori per oltre 5 anni”.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Il governatore Filonzi in visita al Rotary club di Avezzano: siate di ispirazione

Pubblicato

on

Avezzano – Il Rotary Club di Avezzano ha appena vissuto uno dei momenti più importanti del proprio anno rotariano, ovvero la visita del Governatore del Distretto 2090. E’ stato un messaggio rotariano autentico e ricco di significato quello che Gabrio Filonzi, accompagnato dalla moglie Patrizia, ha lasciato impresso nelle menti e in eredità a tutti i soci del club avezzanese, guidato da Carlo Caroli. Il discorso che il governatore ha tenuto nel corso della conviviale ha avuto inizio dal logo, “un cuore che rappresenta passione, entusiasmo e condivisione”, e dal motto: “siate di ispirazione”. E’ un concetto di club diverso dal solito quello presentato da Filonzi che evoca insieme tradizione ed innovazione. Il governatore ha rimarcato alcuni tra i valori rotariani fondanti affermando: “Occorre perseguire l’uguaglianza di tutti gli uomini, anche nel club, e il rispetto delle diversità. Il progresso di un popolo – ha aggiunto –  viene misurato nella tolleranza verso la diversità. E lo scopo del Rotary è proprio quello di migliorare i popoli”. “Lo scopo del club è servire al di sopra dei propri interessi personali – rimarcando che – alla base dell’attività del Rotary ci sono i progetti”. Filonzi ha citato Mahatma Gandi, Madre Teresa di Calcutta e perfino Walt Disney. Immancabile poi il riferimento al genio di Leonardo da Vinci il cui uomo vitruviano ricorda la ruota simbolo del Rotary. Filonzi non ha potuto fare a meno di menzionare Paul Harris, l’avvocato statunitense che il 23 febbraio 1905 fondò a Chicago l’associazione Rotary International come club di servizio. Il governatore ha parlato poi di un cambiamento necessario all’interno dei clubs e, facendo riferimento ai maggiori esponenti delle teorie del cambiamento come Charles Darwin e Steve Jobs, ha affermato che: “Flessibilità e Libertà sono alla base della nuova rivoluzione del club”. Ed infine Filonzi ha lanciato un monito ai soci avezzanesi: “Il club va vissuto in peno, è bene condividere momenti piacevoli anche con un pizzico di divertimento”.

Gabrio e Patrizia Filonzi sono giunti ad Avezzano lo scorso 18 ottobre. Mentre il governatore, unitamente al presidente, al segretario e ad una delegazione di soci, veniva ricevuto in comune dal sindaco Gabriele De Angelis, [leggi qui] una rappresentanza di donne tra cui il prefetto e la moglie del governatore intratteneva la signora Patrizia in un’affascinante visita a Palazzo Torlonia dove dal presidente della proloco, Ilio Leonio, ha ricevuto in dono un libro sul prosciugamento del lago del Fucino. I soci si sono ritrovati al ristorante “Il borgo medievale” di Alba Fucens per il pranzo. Qui governatore e signora hanno potuto godere di un pranzo tipico al cospetto di bellissimo panorama storico-naturalistico. La giornata è continuata all’insegna della scoperta delle bellezze del territorio marsicano con una visita nel sito archeologico di Alba Fucens, all’ombra del Monte Velino. A far da Cicerone ci ha pensato la socia Roberta. La giornata si è conclusa in bellezza con una conviviale presso il ristorante Umani nel corso della quale il club ha donato al governatore due manufatti realizzati dagli studenti del Liceo Artistico “V. Bellisario” di Avezzano: un bassorilievo raffigurante la venere di Alba Fucens per il governatore ed un foulard ispirato al motivo del pavimento di palazzo Torlonia per sua moglie Patrizia. fdm

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com